Taormina sotto la neve Foto Andrea Jakomin /Blogtaormina ©2014
Taormina sotto la neve Foto Andrea Jakomin /Blogtaormina ©2014

La sintesi della natura – Quale spot turistico migliore di quello che si sta verificando negli ultimi giorni a Taormina? Nella perla dello Jonio, dopo che si assistito a una spettacolare eruzione dell’Etna, ecco che è arrivata la neve. Un evento straordinario per la terrazza che si affaccia sul mar Jonio. Il Corso Umberto innevato, i tetti e le terrazze della città piene di neve. Oggi c’è un nuovo motivo per fare delle foto che rimarranno nella memoria di questo luogo. Qualcosa da far vedere ai nipotini, qualcosa che non si ripeterà con facilità. Dal fuoco del monte Etna si è passati, nel giro di qualche ora, alla neve. La natura trova la propria sintesi, la sua essenza nella città di Taormina. Cade la neve e non sembra qualcosa di fugace, momentaneo. Qua la cittadinanza non è abituata a simili eventi climatici e sono previsti dei disagi. Al di là di questi problemi, questa è la miglior cartolina di presentazione per la città di Taormina. Se si potesse inviare una lettera a tutti coloro che vorrebbero venire a visitare la perla dello Jonio, si potrebbe inviare un’immagine del borgo imbiancato e un’altra foto che comprende lo sfondo incandescente dell’Etna.

La magia della neve sulle piante grasse e sulla spiaggia – Già, da queste parti sembra che non manchi niente. Gli elementi naturali trovano la propria sintesi in Taormina, che si è trasformata nello scrigno naturale per eccellenza. È letteralmente una forza della natura. Un evento straordinario che sta colpendo tutta la fascia jonica che va da Messina a Taormina. Secondo i meteorologi non cesserà di nevicare fino a domani e quindi si prevede un capodanno esclusivo a Taormina, nel vero senso della parola. Il contrasto della neve che cade sulle piante grasse e sugli alberi che di solito animano la macchia mediterranea, è un’immagine destinata a rimanere nella memoria. Per non parlare della stupenda dicotomia tra il blu del mare e il bianco della neve che si è appoggiata sulla spiaggia. La neve, di solito, serve a rigenerare il terreno per le colture che dovranno essere piantate nella stagione successiva. E in questo contesto, oltre a una funzione così importante per l’agricoltura, la neve è magica in quanto nasconde le brutture di qualche torrente pieno di spazzatura, di cassonetti traboccanti di immondizia e di qualche carta a terra frutto dell’inciviltà di alcuni passanti. Già, la neve piace anche per questo motivo. Permette di nascondere la realtà e immaginare qualcosa di nuovo, di completamente diverso.

Tutti in strada – Particolare che tutto ciò avvenga durante l’ultimo giorno dell’anno, quando si spera che il nuovo inizio possa portare novità rispetto agli ultimi dodici mesi appena trascorsi. Peccato che quando si scioglierà la neve tutto tornerà come prima e quel fastidioso fango che si formerà in strada e sui marciapiedi sarà maledetto da molte persone. Per adesso, però, è meglio non pensarci. È giusto godersi queste ore di neve. Si sperava nella pista artificiale per pattinare, ma è arrivata la neve in soccorso di Taormina. Meglio, non c’è paragone. Adesso tutti in spiaggia ad ammirare la neve vicino all’acqua del mare, oppure in strada a fare il pupazzo di neve taorminese. Anche questo da fotografare e da mostrare agli amici e parenti che vivono lontano.

[Taormina sotto la neve – Fotogallery di Andrea Jakomin /Blogtaormina ©2014]

© Riproduzione Riservata

Commenti