Mancini pensa a Sneijder – Roberto Mancini ha deciso di tornare sulla panchina dell’Inter. Una squadra, inutile dirlo, molto diversa da quella che aveva lasciato qualche anno fa. Era la formazione in grado di vincere tutto in Italia, anche se con evidenti limiti in Europa. L’ex tecnico del Manchester City sembra entusiasta della sua nuova avventura. Senza ombra di dubbio più intrigante di quella al Galatasaray, per esempio. Però, proprio dalla Turchia, potrebbe arrivare la prima scelta di mercato per l’ex numero dieci della Sampdoria. Si tratta di Wesley Sneijder. Come detto da “Sport Mediaset” in questi giorni, il fantasista olandese vuole lasciare la squadra turca per screzi con Prandelli e per giocarsi un’altra possibilità in un club più prestigioso. Così, dopo essersi proposto alla Juventus di Massimiliano Allegri, Sneijder potrebbe accettare le avance della sua ex squadra, soprattutto se a chiederglielo sarà Roberto Mancini. Il neo allenatore è pronto a giocarsi la carta del progetto ambizioso dei neroazzurri e l’olandese potrebbe accettare di rivestire la casacca dell’Inter.

Shaqiri alla Juve? Solo se Giovinco viene ceduto – L’altro obiettivo della formazione milanese si chiama Dani Alves. Il terzino brasiliano e del Barcellona è in scadenza con la sua squadra e potrebbe lasciare la Spagna a costo zero in estate. Possibile, dunque, una sua cessione a gennaio. Su di lui c’è già l’ombra della Juventus, ma soltanto se Lichtsteiner non dovesse firmare. Nell’attesa del confronto tra la società bianconera e il nazionale svizzero, l’Inter potrebbe approfittarne per assicurarsi l’esperienza e la qualità di Dani Alves. I tifosi sognano, ma tra qualche settimana potrebbe diventare realtà. A proposito di fatti concreti, la Juventus continua a trattare l’esterno offensivo del Bayern Monaco Xherdan Shaqiri. Il 23enne ha poco spazio e vorrebbe raggiungere il connazionale Lichtsteiner. Al momento la situazione sembra bloccata, perché le richieste dei bavaresi partono da circa 15 milioni. Ma tutto dovrebbe sbloccarsi con la cessione di Sebastian Giovinco alla Fiorentina o al Parma. Si, perché il presidente Ghirardi è pronto a investire pur di far risollevare la propria formazione.

Roma, un tesoretto dalla cessione di Destro – I campioni d’Italia in carica, però, considerato il lungo infortunio di Barzagli e con la speranza di proseguire l’avventura in Champions League, dovrebbero intervenire soprattutto nel reparto arretrato. Luisao potrebbe arrivare con una cifra risibile, considerando il contratto in scadenza. Ma l’obiettivo di Marotta e Paratici si chiama Savic della Fiorentina e inserendo Giovinco nella trattativa tutto è possibile. Per la prossima stagione, invece, si punta al giovane Rugani dell’Empoli, soprattutto se dovesse continuare a mostrare il proprio talento. In fermento anche la Roma, che dopo gli sforzi compiuti nell’ultima sessione di mercato è pronta a dare a Garcia altri giocatori. Il primo nome sulla lista è l’ala sinistra Choupo-Moting dello Schalke 04. Un tesoretto potrebbe arrivare nella capitale, e a quel punto cambierebbero anche gli obiettivi di mercato, se dovesse essere ceduto Mattia Destro. Si parla di Arsenal, ma la punta è da sempre un pupillo di Silvio Berlusconi che potrebbe fare uno sforzo economico considerando le prestazioni poco convincenti di Fernando Torres. Chissà che Roberto Mancini, però, non pensi a Destro per il suo attacco e a quel punto sarebbe un derby di mercato.

© Riproduzione Riservata

Commenti