Al via in Galles le celebrazioni ufficiali per il centenario della nascita di Dylan Thomas (1914-1953). Il poeta e scrittore gallese è ricordato attraverso il programma di eventi «Dylan Thomas 100» messo a punto dal governo del Galles e dal British Council, che coinvolge anche gli Stati Uniti, il Canada, l’India, l’Australia e l’Argentina. Nel corso di quest’anno si sono già tenute delle iniziative culturali in tutto il Galles, ma è dalla prossima settimana che a Swansea, dove lo scrittore nacque, e a Laugharne, il villaggio di mare nel sud ovest, dove il poeta trascorse lunghi soggiorni che s’inaugurerà il Dylan Thomas Festival: mostre, spettacoli, conferenze, concerti passeggiate alla scoperta dei luoghi dove lo scrittore visse e lavorò.

Apertura del festival il 26 ottobre con un reading di ben 36 ore nel Grand Theatre della città natale del poliedrico artista, dal Ritratto dell’artista da cucciolo a Under Milk Wood attraverso tutte le pagine note e meno note del gallese più famoso al mondo. Dal 27 ottobre in poi per due settimane fino il 9 novembre la possibilità di fare una tappa al Swansea Museum, al Dylan Thomas Centre dove sono conservati i cimeli, gli abiti e gli scritti del poeta e nella sua casa, la Boathouse, dove il salotto è stato riportato all’aspetto che aveva negli anni 50; o di ammirare i paesaggi che riempiono le pagine di Dylan Thomas e percorrere il Coast Path, sentiero di 1.400 chilometri, lungo il mare attraverso brughiere, castelli, scogliere da Dee sino a Chepstown, non dimenticando di soffermarsi nel meraviglioso Coast National Park.

Per capire meglio uno dei più grandi talenti letterari però bisogna fare un giro lungo la costa della penisola di Gower, dove Dylan era solito fare lunghe passeggiate o recarsi a Laugharne, al Brown’s pub dove ancora oggi all’ingresso c’è la sua scrivania e una biblioteca che conserva tutte le sue opere. Bod Dylan e Patti Smith saranno presenti durante il festival per ricordare una delle penne più innovative della letteratura inglese. E l’associazione Letteratura gallese organizzerà una serie di esperienze straordinarie che porterà al cuore di Dylan Thomas, “The Dylan Odyssey», un programma di eventi turistici e letterari collegati all’opera e alla biografia di Thomas. Attraverso l’aiuto di alcuni dei migliori artisti del Galles, tra cui il comico Griff Rhys Jones, l’autore e sceneggiatore Andrew Davies, l’attore Helen Griffin, il Poeta Nazionale Gillian Clarke e lo scrittore Owen Sheers, si potrà esplorare con loro la ricchezza dei paesaggi gallesi, l’ospitalità, la cultura e la gastronomia in barca, canoa, carrozza, autobus, treno a vapore, a piedi e a cavallo, sempre e solo sulle orme del poeta, scrittore e drammaturgo gallese.

© Riproduzione Riservata

Commenti