L’attenzione della cittadinanza in tema scuola ha in questi giorni interessato molte famiglie della città di Taormina e frazioni. Dalle ingenti somme di danaro che dovrebbero ricadere nel territorio per ristrutturare, riqualificare gli edifici scolastici, alle giuste preoccupazioni di interventi urgenti da approntare per la tutela degli scolari e del corpo docente per la sicurezza degli stabili, al buon funzionamento dei servizi inerenti mondo scuola, si pensi ad esempio al bus navetta e refezione scolastica. Abbiamo incontrato l’assessore Alessandra Caruso per avere maggiori delucidazioni in merito all’argomento scuola.

Assessore Caruso, ringraziandola per la disponibilità dataci, entriamo subito in argomento così caro per le famiglie taorminesi, soprattutto in questi giorni. Recentemente la dott.sa Carla Santoro, dirigente scolastico dell’Istituto comprensivo di Taormina ci ha informato sugli importanti stanziamenti che arriveranno alle scuole della cittadina per una loro riqualificazione, parliamo dei fondi Miur – Mattm per intenderci. Cosa può dirci a tal proposito?

«La dirigente scolastica, dott.sa Carla Santoro, è meglio informata sull’origine e sulla natura dei finanziamenti Miur – Mattm. Di certo si parla di un fondo notevole, 700.000,00 euro per le due scuole di Taormina, il plesso “Ugo Foscolo” ricadente sul territorio di Taormina centro e l’altro a Trappitello. Si tratta di finanziamenti atti alla riqualificazione degli impianti sportivi, quali la piscina e la palestra, relativamente alla scuola “Ugo Foscolo” e degli impianti elettrici e tutto quello che rientra nell’ambito di risparmio energetico, con il profilarsi dell’abbattimento dei costi a favore di maggiori risorse da poter poi attingere per il mantenimento dei servizi scolastici».

All’atto di prendere accordi sul nostro incontro di oggi, lei ci ha accennato al telefono di un’importante possibilità per la scuola di Trappitello sita in via Filomena. 

«Si, è così. L’amministrazione ricorda che esiste una convenzione tra l’Ente locale e la ditta che ha i lavori per l’esecuzione del progetto Golf, per l’ampliamento della scuola sita in via Filomena. Il progetto di riqualificazione c’è e per le casse comunali, una volta che i lavori di ampliamento saranno espletati ci sarà un risparmio notevole, considerando che l’edificio che ospita l’attività scolastica è in affitto da moltissimi anni. E’ auspicio dell’amministrazione che con l’esecuzione di tali innovazioni nella suddetta scuola a Trappitello ci sia un risparmio di costi e maggiore fluidità economica nelle casse comunali».

Ci ha anche accennato ad ulteriori novità inerenti a possibili finanziamenti in arrivo. A quanto pare i soldi per gli interventi di ristrutturazione scolastica non mancano, come ci ha anticipato per telefono.

«Si, in effetti posso aggiungere che esiste un altro importante finanziamento per le scuole di Taormina in arrivo. E’ in realtà un cofinanziamento tra regione, comune e fondi europei che rientra in ambito edilizio scolastico del programma triennale delle opere pubbliche, anno 2009. Siamo in dirittura d’arrivo e quindi anche lì si potrà intervenire agevolmente, poiché si parla di 440.000 euro, per poter mettere a norma tutti gli edifici scolastici del nostro territorio.  Insomma i soldi per le ristrutturazioni delle scuole non ci mancano e la città di Taormina potrà ritrovarsi presto, su questo fronte a norma e con delle spese di interventi extra abbattuti».

In questi giorni è apparsa sui quotidiani una notizia che ha creato non poca preoccupazione tra le famiglie degli alunni che frequentano il plesso scolastico di Mazzeo, soprattutto per il titolo dato alla comunicazione riportata. Spostandoci così a Mazzeo, cosa può dirci sulla condizione di questo plesso? 

«Noi conosciamo tutte le situazioni in cui versano gli edifici scolastici del nostro territorio. Proprio in virtù di questo abbiamo fatto un monitoraggio e dei primi interventi di manutenzione ordinaria in occasione del ripristino delle attività scolastiche, come la pulitura dei soffitti e delle grondaie, queste ultime interessate in seguito alle prime piogge intense dei giorni scorsi. Ritornando alla vostra domanda, le condizioni in cui versa la scuola di Mazzeo, è di pochi giorni fa, come saprete, la determina dirigenziale n.165 del 2 ottobre c.a dell’ufficio Lavori Pubblici tramite la quale si fa affidamento di lavori di manutenzione al piano primo della scuola elementare alla ditta Alemar Costruzioni s.a.s. di Giuseppe Di Piazza con sede in Giardini Naxos per un importo complessivo di  € 27.390,00».

Nell’ultimo consiglio comunale l’amministrazione è stata sollecitata dall’opposizione in merito al mancato servizio scuolabus e il relativo disagio alle famiglie per accompagnare e prelevare il proprio figlio a scuola, con l’intensificarsi del traffico cittadino in orario scolastico.  

«Siamo stati pronti anche a trovare una soluzione in merito al servizio bus-navetta per le famiglie che ne hanno fatto richiesta. Durante l’ultima seduta di consiglio comunale si era entrati nel merito della discussione dall’intervento posto dal consigliere Corvaia. Posso dire che riguardo ai disservizi che si son registrati inizialmente, c’è stato uno scambio di missive tra l’amministrazione e l’attuale ex liquidatore dell’Asm (rif. a Cesare Taiana, recentemente revocato secondo sentenza del Tar di Catania, sezione III). Come è noto a chi ha seguito i lavori consiliari, così come tutti i consiglieri, è stata volontà comune metterci attorno a un tavolo e trovare una soluzione atta a rendere usufruibile in tempi stretti il servizio. Oggi, scusandoci per i disagi subiti dalle famiglie, il servizio è partito, anche se vi è un rodaggio fisiologico che sta, comunque, rientrando nella norma. Prontamente abbiamo anche attivato il servizio di refezione scolastica. La ditta che ha appaltato il servizio mensa è sempre quella di S. Alessio Siculo, ditta Raciti, con la quale abbiamo avuto, da parte di alunni e famiglie, dei buoni riscontri su qualità e servizio stesso. Nostro interesse è sempre quello di rendere ottimale e fruibile un servizio che diamo alla città, per questo non mancheranno controlli sulla qualità e il rispetto dell’utilizzo di tali servizi».

© Riproduzione Riservata

Commenti