Il cinismo nell’era delle sit-com – Il personaggio cinico è ormai diventato un ruolo fondamentale nelle varie sit-com. Una figura imprescindibile, che riesce a strappare sempre un sorriso e con cui, a volte, ci identifichiamo. Bart Simpson, Stewie Griffin, Bender di “Futurama”, Rallo di “The Cleveland show”, Roger di “American dad” e Sheldon Cooper di “The Big Bang Theory”. Si, anche se i protagonisti appena citati, a differenza di Sheldon, sono dei cartoni animati, hanno molti punti in comune con la star di una delle ultime serie tv di successo. Il cinismo televisivo, nell’epoca contemporanea, riesce a fare breccia nel tessuto sociale, perché a sua volta è uno dei caratteri fondanti delle nostre società. Al di là di quest’aspetto, però, Sheldon riesce a incarnare un’intera generazione. Il suo modo di fare, di comportarsi con gli altri è qualcosa di reale e sempre più frequente nel modo di vivere attuale. Forse è anche per questo che Sheldon Cooper ha avuto e continua ad avere un grande successo.

Un personaggio unico – Il suo egocentrismo, portato agli estremi per far divertire il pubblico, è una caratteristica di molte persone che oggi, disinteressandosi dell’altro (inteso come persona che entra in contatto con la nostra vita), hanno attenzioni solo per se stesse. Celebre è quella puntata in cui il giovane dottor Cooper, confidandosi con il suo miglior amico, Leonard Hofstadter, non lascia parlare il coinquilino (desideroso anche lui di conforto) e vuole soltanto chiacchierare sui suoi problemi legati a un gioco virtuale che aveva intrapreso con il suo mito, Stephen Hawking. Sheldon è un personaggio unico. In alcuni casi un bambinone ancora non cresciuto, che più degli altri protagonisti si crogiola nei fumetti e gli piace allontanarsi dal mondo reale e vivere in quello virtuale. E’ fidanzato con la timida e strana Amy, ma il sesso non è il suo pensiero. Atteggiamenti del genere, ancora, non sfiorano Sheldon che non pensa a soddisfare le esigenze fisiche della sua ragazza.

Sheldon e la società dei nostri giorni – Per lui sono altri gli aspetti importanti: «Signore e signori, mentre il signor Kimi in virtù della sua giovinezza e della sua ingenuità è caduto preda dell’inesplicabile bisogno di contatto umano, posso rassicurarvi sul fatto che la mia ricerca continuerà senza interruzione e che le relazioni umane continueranno a sconcertarmi e a farmi schifo. Grazie». Sheldon è pieno di se. Ignora il mondo degli altri e considera il suo l’unico degno di essere raccontato. Si considera il più intelligente e non perde occasione di sbeffeggiare i suoi amici. Quando in una puntata si rivolge a Leslie Winkle, dopo che lei ha osato risolvergli un’equazione sulla lavagna di casa, la reazione è tipica di Sheldon: «Chi ti ha autorizzato a toccare la mia lavagna? Nessuno. Ti risulta che la tua lavagna io l’abbia toccata? Ma non ci sono equazioni sbagliate sulla mia lavagna». Egocentrismo, disinteresse verso l’altro ed egoismo estremo, sono le caratteristiche di Sheldon Cooper. Qualcosa che ci fa sorridere se siamo seduti in poltrona a gustarci “The Big Bang Theory”, ma ci fa stare male se incontriamo simili atteggiamenti nella vita reale, quella di tutti i giorni.

© Riproduzione Riservata

Commenti