Testa a testa tra Juve e Roma – Questo pomeriggio inizia il campionato italiano di Serie A. Il via lo darà la Juventus sul campo del Chievo e in serata la Roma sfiderà la Fiorentina. Si ricomincia da dove si era conclusa la passata stagione. La sfida tra la Juventus e la Roma è pronta ad essere rinnovata e aggiungerà un nuovo capitolo alla saga infinita tra queste due formazioni. La squadra piemontese e quella della capitale si sono fronteggiate anche sul mercato estivo e i giallorossi hanno fatto uno sforzo maggiore per provare a ridurre le distanze con i campioni d’Italia in carica. Sarà il campo a dire se il lavoro di Sabatini è stato migliore di quello di Marotta e Paratici. Al momento si può dire che entrambe hanno aumentato il gap con il resto della serie A. Il Napoli, come ha mostrato il preliminare di Champions League, è in fase di involuzione e il solo Higuain non basterà per conquistare lo scudetto. Il reparto difensivo è troppo permeabile e in mezzo al campo non c’è fantasia e quantità. La cessione di Behrami è stato un errore di valutazione.

E se la sorpresa fosse il Milan? – In questo campionato ci si attende la rinascita delle milanesi. L’Inter, dopo una stagione in rodaggio, punta almeno ad entrare tra le prime tre. Mazzarri ha puntellato la squadra e con qualche regalino dell’ultima ora da parte della proprietà indonesiana, potrebbe tornare a far sognare il popolo del biscione. Chissà. La vera sorpresa del campionato, però, potrebbe essere il Milan. L’allenatore, Filippo Inzaghi, ha il potenziale per fare ciò che Antonio Conte ha creato alla Juventus e gli arrivi iberici di Diego Lopez e Fernando Torres potrebbero contribuire nel salto di qualità tanto atteso da Galliani e Berlusconi. Certo se dovessero arrivare anche Cerci e un centrocampista, i rossoneri potrebbero ambire alla vittoria finale, soprattutto considerando l’assenza di impegni europei. A proposito di sorprese, non si può non citare la Lazio. Il Presidente Lotito oltre ad essere stato molto presente in Federazione, in questi due mesi ha rinforzato la squadra con una campagna acquisti tra le più importanti della sua gestione.

Tra Zemanlandia e gli esoneri di Zamparini, il resto della serie A – Un ruolo da outsider ce l’ha la Fiorentina, anche se i Della Valle non hanno messo a segno nessun colpo in particolare. Si punterà sull’usato sicuro. Nella sfida tra Genoa e Sampdoria, invece, bisognerà prepararsi alle scintille tra i due vulcanici presidenti e il Torino, impegnato in Europa, dovrà avere la forza di combattere su due fronti. Nelle zone basse della classifica il Sassuolo di Squinzi cercherà una salvezza tranquilla e l’Udinese di Stramaccioni dovrà far dimenticare l’era Guidolin. Attesa anche per il Palermo e per i prossimi esoneri targati Zamparini, mentre Atalanta, Verona e Parma inizieranno a fari spenti il loro campionato con la speranza di togliersi diverse soddisfazioni. In serie A ritorna Zemanlandia e il suo Cagliari è chiamato a divertire. Le neopromosse Cesena ed Empoli, infine, sembrano troppo distanti dal resto del campionato. Però, con qualche sorpresa, potrebbero mettersi in gioco. Buon campionato a tutti.

© Riproduzione Riservata

Commenti