Il 22enne Matteo Achilli nel documentario Bbc “The Next Billionaires” è stato paragonato a Mark Zuckerberg ed è sino ad oggi l’unico italiano ad essere stato inserito nel documentario. Bocconiano, Matteo Achilli è un giovanissimo imprenditore italiano che nel 2012 ha fondato Egomnia il social network italiano per trovare lavoro.

L’idea alla base del sito è facilitare il compito di trovare lavoro per i giovani laureandi e laureati italiani, valorizzando le loro competenze e le loro capacità a pieno. Egomnia “cataloga” le competenze che gli iscritti al sito hanno acquisito nel corso del loro percorso formativo e raccoglie le offerte di stage e di lavoro di aziende italiane e straniere. Il processo di iscrizione a Egomnia è piuttosto semplice. Basta compilare il form presente nella home page (nome, cognome, indirizzo email e scegliere una password) e cliccare sul pulsante Registrati. Pochi istanti dopo si riceve sull’indirizzo email indicato un messaggio di posta elettronica grazie al quale si può confermare l’iscrizione ed effettuare per la prima volta il login.

Una volta dentro si può personalizzare il proprio profilo, completando la scheda personale e aggiungendo il diploma conseguito, eventuali lauree, certificazioni, master, dottorati e le esperienze lavorative già avute. Tutte queste informazioni serviranno al sistema per assegnare un punteggio, grazie al quale le aziende potranno scegliere tra gli iscritti più meritevoli e capaci. L’algoritmo che calcola il punteggio del diploma, laurea, master, esperienze di lavoro, conoscenze delle lingue straniere o attestazioni varie, segue parametri molto rigidi ed è visibile in ranking alle aziende in cerca di personale. Una proposta semplice e chiara che ha permesso a Egomnia di raggiungere a fine 2013 oltre 330mila iscritti in Italia, più di 700 aziende che accedono alla ricerca di candidati e un valore di contratti firmati per 500mila euro. E intanto Matteo Achilli è diventato un “caso” degno di attrarre l’attenzione dei media.

Egomnia, come tutti i progetti start-up è ancora in una fase di perfezionamento ma sta riscuotendo grande successo tanto che alcune note aziende italiane e straniere hanno avanzato proposte di acquisizione. Egomnia in questi due anni di esistenza è stato criticata perché nasce da un’idea poco creativa ma di fatto è un progetto semplice nato come strumento di mediazione tra le richieste e le esigenze provenienti da chi cerca un lavoro e chi ha bisogno di un lavoratore. Matteo Achilli ha una ventina tra dipendenti e collaboratori fissi, una sede legale a Formello, in provincia di Roma e ha ricevuto la medaglia d’oro dalla Presidenza della Repubblica italiana.

© Riproduzione Riservata

Commenti