Alessio Ciacci

Durante il recente incontro organizzato a Taormina presso la saletta dei Padri Salesiani dal comitato “Rifiuti Zero”, che è composto da una ventina di associazioni e da imprenditori del settore turistico e commerciale, abbiamo avuto il piacere di avere ai nostri microfoni Alessio Ciacci, Commissario Liquidatore di Messinambiente. Il fatto di avere alla guida di Messinambiente un persona come Alessio Ciacci, rappresenta per Taormina un’occasione unica per poter avviare il progetto “Rifiuti Zero” a Taormina, guidati da un uomo che possiede una grossa esperienza nello specifico settore. Non va dimenticato infatti che Ciacci è stato uno degli artefici dello strepitoso successo ottenuto dal metodo “Rifiuti Zero” nel comune di Capannori in Provincia di Lucca. Ciò che è stato fatto nel comune toscano ha rappresentato un vero e proprio “progetto pilota” e visti i risultati conseguiti, è poi stato copiato da molte altre località come ad esempio in Sicilia da Zafferana Etnea.

L’avere oggi a capo della società che gestisce la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti nei comuni di Messina e Taormina lo stesso uomo che ha attuato “Rifiuti Zero” a Capannori rappresenta davvero una svolta epocale per Taormina: trasformare i rifiuti da un problema in un’opportunità. Sappiamo bene che il comune toscano, Messina e Taormina sono realtà diverse, ma accomunate da un’unica esigenza comune: eliminare i rifiuti dalle strade, partendo a monte del problema, ovvero attuando la raccolta “porta a porta”.

Certamente Ciacci per poter attuare il suo progetto ha bisogno della collaborazione di tutti i soggetti coinvolti: residenti, turisti e politici. Già soprattutto i politici: il consiglio comunale all’unanimità ha dato già un suo atto di indirizzo, votando a favore della strategia “Rifiuti Zero” e Ciacci ha dichiarato di essere disposto a partire a fine anno per poi essere perfettamente operativi all’inizio della stagione turistica in Primavera.

I presupposti per introdurre a Taormina quella che può davvero essere considerata un vera rivoluzione nell’ambito del modo di approcciarsi con i rifiuti ci sono tutti: adesso per passare alla fase operativa l’ultima parola spetta al Sindaco Giardina. La città intera attende fiduciosa!

© Riproduzione Riservata

Commenti