I libri a portata di mano

L’evoluzione dei Caffè Letterari in book bar o risto bar si sta sempre più diffondendo in Italia. Il vantaggio di questi luoghi è che ci si può rilassare e trascorrere del tempo immersi nella lettura mentre si degustano bevande calde o fredde accompagnate da dolci o stuzzichini. I book bar e i risto bar rappresentano un modo diverso di “incontrare e scegliere un libro”, sono luoghi in cui è possibile fare nuove conoscenze, socializzare, partecipare a dibattiti e mostre, leggere e bere qualcosa, ascoltare musica. Diventano cioè luoghi che permettono di realizzare scambi culturali, immergersi nella lettura in ambienti confortevoli e frequentati.

La tendenza dei book bar è nata a New York, il Library Cafè ne è il primo felicissimo esempio, e si è rapidamente diffusa in Europa, prima nei paesi scandinavi, poi in Inghilterra e ora in Italia. In alcuni capoluoghi italiani poi si stanno diffondendo sempre più le Bibliocaffè, caffè letterari che a loro interno ospitano biblioteche comunali e organizzano un’infinità d’interessanti attività culturali. Un altro progetto diffusosi nell’estate 2013 in fretta e “Librerie da spiaggia” che prevede la sistemazione in stabilimenti balneari di librerie stilizzate dove, turisti e non, possono gratuitamente e anonimamente prelevare un libro leggerlo in spiaggia e poi riporlo nuovamente sugli scaffali della libreria prima di andar via.

L’idea di chiedere ai cittadini di donare e mettere a disposizione degli altri i propri libri “dormienti” è nata nel 2012 nel Cilento, quando è comparsa la prima “libreria da spiaggia” sul litorale di Castellabate (Salerno). L’appello a donare libri e contribuire a diffondere il piacere della lettura anche sotto l’ombrellone ha conseguito un successo immediato ed ha contagiato altre località turistiche. In spiaggia comunque la voglia di leggere non va in vacanza anche con la BiblioApeCar, servizio bibliotecario itinerante di alcuni comuni turistici che fa tappa nei loro stabilimenti balneari per portare il suo carico di libri, effettuare il servizio di prestito dei libri e svolgere attività di sviluppo della lettura. E se questo non bastasse a portare un libro nelle strade italiane ci pensa Pianissimo, libreria itinerante che percorre l’intero stivale in un furgoncino bianco degli anni Settanta. Pianissimo è una libreria dedicata all’editoria indipendente e mantiene come caratteristiche fondamentali quella di trovarsi in spazi pubblici e di praticare dei reading ad alta voce.

Per incoraggiare il piacere della lettura, favorire la crescita e stimolare la conoscenza molte le iniziative sparse sul territorio di bookcrossing, passaggio di libri lasciati a disposizione di tutti sulle panchine, in spazi dedicati, alle fermate degli autobus, nelle stazioni ferroviarie, nelle sale d’attesa in un’ottica di condivisione dei libri. Leggere non è solo un mezzo di crescita personale ma è risaputo può essere una terapia, uno strumento per trovare risposte che non si trovano altrove; un aiuto nella comprensione del proprio passato e progettazione del proprio futuro; un modo per dare voce ai propri pensieri ed emozioni; una funzione per calarsi nella realtà o fantasticare. In tutti questi casi la lettura assume un significato molto importante, quello terapeutico della lettura nel nostro vivere quotidiano, conosciuto come biblioterapia.

© Riproduzione Riservata

Commenti