Giardina al capolinea: il Sindaco di Taormina pronto a varare l'ennesima giunta balneare

Che l’amministrazione Giardina fosse giunta al capolinea è cosa evidente a tutti, tant’è che pure l’assessore Salvatore Fiumara ha gettato la spugna. Che questa giunta non fosse nata per durare era scontato, ma che addirittura un assessore rinunciasse al proprio mandato prima della fine dell’estate certamente non ce lo saremmo proprio aspettato. Tutto ciò non fa altro che confermare che il Sindaco si trova in un “pantano” per lo più costituito da “sabbie mobili”: più cerca di uscirne e più affonda! Oramai più nessuno crede nella possibilità che Giardina sia in condizioni di rilanciare la macchina amministrativa: il Sindaco dovrebbe semplicemente prenderne atto e dimettersi! Nessuno crede più alla sua linea politica, neanche i suoi più fidi collaboratori! Si vocifera che dovrebbe rientrare in giunta qualche ex assessore, licenziato poco tempo addietro dallo stesso Giardina.

Forse è davvero questo ciò che Taormina si merita? D’altronde molti un anno fa lo votarono e ne consentirono l’elezione ed oggi a distanza di pochi mesi lo negano o ne prendono le distanze. Taormina oggi può essere considerata una città “non amministrata” e abbandonata a se stessa, che riesce a sopravvivere grazie al nome che la stessa si è fatta nei secoli. Ma al giorno d’oggi non si può sopravvivere facendo proprio il famoso motto “fatti a nomina e cuccati”, la concorrenza sul mercato turistico internazionale è troppo forte.

Taormina è una città che ha bisogno di essere amministrata e necessita di dare un futuro alle giovani generazioni per evitare che lascino la Perla e la nostra splendida isola. Un paese che non offre delle possibilità ai giovani non ha futuro. E mentre la città langue, colonie di roditori hanno preso il posto alla Villa comunale degli animali in gabbia e il parco giochi dei bambini è praticamente virtuale, manca tutto, dal dondolo alla seduta con relative catene dell’altalena! Ci si risponderà che si stanno facendo dei lavori: quel poco è fatto pure male! … I muretti nei pressi del viale degli ulivi, dedicato ai caduti della Grande Guerra è stato ripristinato in cemento e per giunta neanche “pitturato”; i vandali hanno pure ultimamente divelto l’ancora che faceva parte del monumento dedicato a coloro i quali hanno perso la vita in mare durante il conflitto.

Taormina alla villa comunale giochi divelti

Ci sono giunte voci che di recente il Sindaco Giardina si è recato alla Villa Comunale e ci chiediamo cosa abbia visto? Ciò che chiunque quotidianamente può osservare: fogne a cielo aperto, topi, incuria ed abbandono. Anche la derattizzazione che è stata avviata, pare non aver dato alcun risultato apprezzabile: cosa pensano di fare a riguardo i competenti uffici sanitari comunali dato che il giardino è quotidianamente frequentato da bambini e turisti? Forse decideranno pure la chiusura pur di non affrontare in maniera adeguata la problematica: basterebbe un intervento di una ditta specializzata!

Taormina topi alla villa comunale

Il Castel Tauro continua a rimanere chiuso e il Sindaco continua a parlare di “museo diffuso”: per il momento di diffuso a Taormina si sono solo visti i topi…!

Sindaco Giardina dici di amare Taormina: e noi ti chiediamo un unico e definitivo gesto d’amore per la Città…#giardinadimettiti

© Riproduzione Riservata

Commenti