Gemellaggio tra il CAI di Lovere e quello di Taormina 660x330

Nei giorni scorsi è avvenuto un gemellaggio tra i soci seniores della Sezione del CAI (CLUB ALPINO ITALIANO) di Lovere, in Provincia di Bergamo e quelli della Sottosezione di Taormina. I 53 soci del sodalizio Lombardo, coordinati da Giuliano Zaramella e Angelo Petrin si sono incontrati con i colleghi Siciliani della Sottosezione retta da Giuseppe Formaggio. I “Caini” hanno condiviso alcune giornate nella parte Orientale dell’isola e di conseguenza parecchi momenti piacevoli assieme, tra cui la giornata trascorsa a Taormina e dintorni: la passeggiata è iniziata domenica scorsa da Contrada Chiusa e da lì la carovana ha iniziato a percorrere lo storico sentiero dei Saraceni sino a Castelmola, ove sono stati accolti dal Primo Cittadino Orlando Russo. Successivamente hanno ripreso il cammino per il Sentiero di Cuculunazzo sino al Santuario della Madonna della Rocca. Proprio qui in un momento di pausa è stato intonato un toccante canto Alpino a Maria.

È seguita la visita del Teatro Antico e successivamente utilizzando la scalinata posta nei pressi del Belvedere il gruppo ha raggiunto l’Isolabella: l’esplorazione della Riserva a cura della socia Lucia Calandruccio ha concluso la giornata. In serata è avvenuta la proiezione del video di Antonio Arrigo “Trekking in Sicilia”. Tra i soci Taorminesi che si sono particolarmente distinti per la buona riuscita dell’evento, vanno particolarmente ricordati, oltre al già menzionato Antonio Arrigo, Nino Puglisi e Turi Motta. Alla fine del soggiorno i colleghi del CAI di Lovere si sono mostrati molto soddisfatti per l’accoglienza ricevuta nella Perla e hanno voluto contraccambiare l’ospitalità invitando i colleghi isolani l’anno prossimo alla scoperta del Lago di Iseo.

© Riproduzione Riservata

Commenti