Nino Manfredi con la moglie Erminia

In occasione dell’anniversario dei 10 anni dalla scomparsa di Nino Manfredi, Taormina omaggia il grande attore (considerato uno dei “mostri” della commedia all’italiana insieme a Sordi, Gassman, Tognazzi e Mastroianni) all’interno della 68°edizione dei Nastri d’Argento (organizzata con la collaborazione di Taormina Arte). Durante la serata, che si terrà il 28 giugno al Teatro Antico, verrà assegnato dopo cinque anni di assenza, il “Premio Nino Manfredi” istituito dai giornalisti cinematografici che proprio a Taormina, città natale della moglie di Nino, Erminia Ferrari, aveva avuto la sua prima edizione nel 2009. Il riconoscimento andrà ad un nome scelto dal SNGCI (Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani) insieme alla famiglia Manfredi e in particolare da Erminia, che ha accolto con grande entusiasmo la proposta del Sindacato dei giornalisti cinematografici.

“Ammetto che con Taormina c’era stata un’incrinatura, dopo quella prima edizione, perché mi sembrava che proprio in una città così cara a me, dove Nino era di casa, i suoi film, proposti da Taormina Arte in rassegna, in occasione del Premio, non fossero stati accolti con la promozione e la pubblicità che meritavano” dice Erminia che aggiunge: “Sono grata al Sindacato e in particolare alla sua Presidente, Laura Delli Colli, per avermi proposto di tornare e avermi convinto a farlo. Taormina ha per me un significato speciale e Nino dalla stampa cinematografica ha avuto fino ai suoi ultimi giorni un’attenzione affettuosa, che oggi quest’iniziativa conferma”.

A nome del Direttivo SNGCI, Laura Delli Colli conferma: “La decisione è nata qualche settimana fa. Ma abbiamo deciso di annunciarla dopo le ‘cinquine’ dei Nastri perché avesse uno spazio adeguato, oltre il ”rumore” delle candidature. Dopo aver avuto la conferma della disponibilità dei Manfredi ho personalmente trasmesso alla famiglia il sì di un ammiratore di Nino come il Sindaco Eligio Giardina e di una città, Taormina, che lo considera da sempre ‘di casa’. Siamo particolarmente lieti che un’iniziativa nata da noi, poi ‘emigrata’ su un palcoscenico prestigioso, ma estero, ora torni a casa”. Dopo Beppe Fiorello, “Premio Manfredi”2009, nei prossimi giorni sarà annunciato il vincitore che, ancora una volta, sarà un attore capace di interpretare la commedia con sfumature diverse, nella tradizione italiana, ma soprattutto nello spirito che Manfredi ha consegnato al cinema con una verve e uno stile che ha pochi eredi.

La premiazione avverrà nella serata dei Nastri, che ospiterà ancora una volta, come tradizione, i vincitori votati da tutti i giornalisti, i Premi Guglielmo Biraghi per gli esordienti e gli altri riconoscimenti speciali dell’anno.

© Riproduzione Riservata

Commenti