Giro, straordinaria rimonta di Battaglin

L’arrivo in salita di Oropa vede trionfare uno straordinario Enrico Battaglin che rimonta negli ultimi metri Dario Cataldo ed il colombiano Pantano e li batte in volata bissando il successo dello scorso anno a Serra San Bruno: erano gli ultimi tre superstiti di un gruppo di ventuno fuggitivi (tra i quali Ryder Hesjedal e Pierre Rolland) che hanno avuto un vantaggio massimo di quasi sei minuti sul gruppo della maglia rosa.

Per quanto riguarda la  classifica generale i giochi si sono infiammati a tre chilometri e mezzo dal termine con un grandioso scatto di Domenico Pozzovivo immediatamente seguito da Nairo Quintana che sono riusciti a staccare di un paio di metri Rigoberto Uran che ha pensato a limitare i danni, poi negli ultimi metri sono scattati anche Wilco Kelderman, Fabio Aru ed il polacco Rafal Majka (maglia bianca della classifica dei giovani) che hanno anch’essi guadagnato sulla maglia rosa più o meno tra i venti ed i venticinque secondi in classifica.

Adesso Rigoberto Uran (che oggi si è ben difeso) ha 32” su Evans, 1’35” su Majka, 2’11” su Pozzovivo, 2’33” su Kelderman, 3’04” su Quintana e 3’16” su Aru, pertanto il Giro rimane apertissimo a qualsiasi soluzione e vedremo giorno dopo giorno quale sarà l’evolversi della situazione in classifica generale.

Domani ci sarà un’altra tappa con arrivo in salita a Plan di Montecampione (dedicata anch’essa a Marco Pantani) e vedremo che cos’altro si potranno inventare i vari inseguitori (soprattutto Quintana, Majka, Pozzovivo ed Aru) per muovere ulteriormente la classifica e come si muoverà Uran, ovvero se cercherà come oggi di limitare i danni o se invece contrattaccherà per staccarli ed incrementare il suo vantaggio in modo consistente.

Splendida come sempre la cornice di pubblico che ha accompagnato i corridori per tutta la tappa, disputata sullo stesso percorso dove quindici anni fa il grande Marco Pantani fece una delle più straordinarie imprese recuperando terreno dopo un salto di catena ed andando a vincere rimontando una quarantina di corridori.

© Riproduzione Riservata

Commenti