Il Volo

Piero, Ignazio e Gianluca: sono questi i nomi dei tre talenti straordinari ormai conosciuti come Il Volo. Un successo planetario che continua a portarli in giro per il mondo. Nati nel 2009 a Ti lascio una canzone, “i tre tenorini” (guai a chiamarli ancora così), si sono fatti notare singolarmente per poi diventare, in poco tempo, un trio affiatato. E oggi, a soli vent’anni hanno al loro attivo tre album, tre nomination ai World Music Award, esibizioni con artisti del calibro di Barbra Streisand, Bono, Celine Dion, Usher, Carlos Santana, e la vittoria al prestigioso Latin Billboard Award 2014, considerato un vero e proprio oscar della musica.

Il loro è un autentico fenomeno. La loro voce è potente e vibra di emozioni. Due siciliani e un abruzzese che insieme si divertono e fanno divertire. Non è facile, gestire così giovani un successo tanto grande. Dal 2009 ad oggi la loro è stata una vera e propria escalation di trionfi che li ha portati nel panorama della musica mondiale. Piero Barone, Ignazio Boschetto e Gianluca Ginoble sono tre talenti assoluti. Hanno un carisma, una voce, una spontaneità e umiltà non comune.

Li incontro al Timeo, a Taormina. Fanno le foto di rito e, tra una risata e l’altra, inizia l’intervista. Felicissimi di tornare a Taormina, dove quattro anni fa hanno registrato la clip di “O sole mio”, il loro primo singolo, colgono l’occasione per raccontarmi la felicità di poter finalmente vedere i propri genitori assistere ad un loro concerto. Ciò che più di tutto mi colpisce è la loro umiltà ed autenticità. Parlano a turno, mi spiegano che il nome “Il Volo” l’hanno scelto come buon auspicio. E, vedendo i risultati, non si sono sbagliati. Rido quando Gianluca mi chiama ‘Iancilaaaa’ e rido quando Piero pronuncia qualche parola in dialetto. Perché i Volo sono così: frizzanti, energici, divertenti e soprattutto affiatati. La loro storia è una vera e propria favola. Primi italiani ad essere messi sotto contratto da una etichetta americana, superospiti del Festival di Sanremo dove hanno cantato per la regina Rania di Giordania e diversi tour internazionali.

Inizia la conferenza stampa. Anche qui i ragazzi sono a loro agio, divertenti e naturali. Rispondono con sicurezza alle domande e poi improvvisano un ‘Tanti auguri a te’ dedicato al loro produttore discografico Michele Torpedine che ha da poco compiuto gli anni. Poi spiazzano tutti cantando. Poche strofe. Ho la pelle d’oca. Capisco adesso il dono che hanno e il perché di tanto successo. Sento la loro anima e mi si riempie il cuore.  E’ un’emozione troppo forte e per la prima volta non ho aggettivi per descrivere queste emozioni. Mi hanno riempito il cuore. Grazie ragazzi, mi avete fatta volare con voi.

Per tutti i fan dei Volo l’appuntamento è il 20 e 21 luglio al teatro antico di Taormina. Due date imperdibili per poter assistere ad uno spettacolo indimenticabile.

© Riproduzione Riservata

Commenti