Giro d'Italia. Un Giro nel segno dell’incertezza

Dopo la tre giorni irlandese (che nonostante sia stata flagellata dal maltempo ha visto una enorme partecipazione di pubblico) è giunto oggi in Italia un Giro nel segno della più totale incertezza per quanto riguarda i favoriti alla vittoria finale: infatti la cronosquadre inaugurale ha visto trionfare gli australiani della Orica Greenege che stanno tenendo la maglia rosa (ed anche quella bianca dei giovani) con l’australiano Michael Matthews, mentre tra le squadre dei big sono andate molto bene soltanto l’Omega Pharma di Rigoberto Uran e la Bmc di Cadel Evans, che hanno un ritardo rispettivamente di 5 e 7 secondi dagli australiani e sono già ben messi in classifica.

Per quanto riguarda le altre squadre, hanno limitato i danni l’Astana di Scarponi ed Aru (a 42”) e la Movistar di Quintana (a 55”), mentre sono andate malissimo la Lampre di Cunego (ad 1’20”), la Kathusha di Purito Rodriguez (a 1’28”) e soprattutto la Garmin di Hesjedal, penalizzata da una bruttissima caduta che ha coinvolto alcuni dei suoi corridori (tra cui Daniel Martin) alcuni dei quali costretti già ad andare a casa.

Le due tappe successive hanno visto due trionfi in volata del tedesco Marcel Kittel della Argos-Shimano (che si è poi clamorosamente ritirato questa mattina), ed oggi i corridori sono ripartiti dalla puglia (trovando ancora pioggia!) con la tappa quinta a Bari ancora in volata vinta dal francese Bohuanni che ha preso pure la maglia rossa della classifica a punti, mentre la maglia blu degli scalatori è dell’olandese Tjallingi, protagonista in due tentativi di fuga non riusciti nella seconda e terza tappa.

Per quanto riguarda la classifica dovremo attendere i prossimi due giorni per vedere i primi arrivi in salita (a Viggiano ed a Montecassino) che provocheranno inevitabilmente i primi scossoni in classifica generale, e soltanto allora potremo avere le idee più chiare su chi potrà vincere il Giro (o perlomeno salire sul podio) e chi invece dovrà abbandonare i sogni di gloria.

© Riproduzione Riservata

Commenti