Benigni

Questa volta la consueta Intervista Politica di Blogtaormina vede protagonista l’esponente del Pd nonché capogruppo del gruppo consiliare “Taormina Bene Comune” Piero Benigni.

Benigni stigmatizza il comportamento del Sindaco Giardina che ad appena un anno dalle elezioni si trova privo di una maggioranza in consiglio comunale e non ne vuole prendere atto nonostante ormai ben cinque consiglieri della ormai ex compagine che hanno portato alla vittoria elettorale Eligio Giardina, hanno preso le distanze dal primo cittadino e ne hanno ampiamente contestato le decisioni, in particolare sulle nomine assessoriali di recente effettuate, e non condivise praticamente quasi da nessuno. Va in effetti ricordato che cinque consiglieri, Liliana Tona, Carmelo Valentino, Rosy Sterrantino, Alessandra Caltabiano e il vicepresidente del Consiglio comunale Vittorio Sabato hanno sottoscritto un documento in cui annunciano la costituzione di un nuovo gruppo in seno al civico consesso chiamato “Alternativa 2015” e sconfessano le scelte effettuate recentemente dal Sindaco, riservandosi di votare sin da ora ogni atto in maniera totalmente autonoma e a decidere anche in modo difforme rispetto agli ex “compagni di viaggio”.

Sabato inoltre rivendica la poltrona di Presidente del Consiglio, in virtù della logica dei numeri, visto che lo stesso è risultato essere il consigliere più eletto alla passata tornata elettorale ed il Sindaco Giardina non ha rispettato gli impegni presi, ne con i colleghi di coalizione, ne tantomeno con i cittadini. Benigni sottolinea inoltre le difficoltà che attraversa la Città in questo periodo e ciò ovviamente non consente “improvvisazioni di sorta”: – senza nulla togliere al merito della nuova giunta, di recente insediatasi, non ci possiamo certamente permettere in questa fase, un nucleo di persone che debbano “farsi le ossa” – tra l’altro, – continua Benigni – ci troviamo in piena stagione turistica e la città si presenta con tutta una serie di nodi irrisolti che richiedono necessariamente di essere affrontati con urgenza: dalla viabilità alla gestione dei rifiuti, dai contenziosi ai lavori pubblici.

Benigni crede inoltre che la ristrutturazione e gestione del Palazzo dei Congressi vada affrontata tramite un “Project Financing”, in antitesi al Sindaco, che si era dimostrato contrario a questa ipotesi! Benigni inoltre non dimentica durante il suo intervento di parlare delle frazioni e della inaccettabile situazione venutasi a creare all’Ospedale di Taormina con la recente riduzione del numero di posti letto disponibili, nonostante le rassicurazioni ricevute in senso contrario proprio a Taormina da parte della VI Commissione ARS, Presieduta da Giuseppe Di Giacomo e dall’Assessore Regionale alla Salute Lucia Borsellino. Sono comunque mutati gli equilibri all’interno della commissioni consiliari, dato che proprio di recente i banchi dell’opposizione si sono dimostrati parecchio affollati e non si capisce come si possa pensare di lavorare per predisporre gli atti che andranno poi affrontati in aula!

Tanti grattacapi si profilano all’orizzonte della nuova giunta “targata Giardina”, senza per questo dimenticare ciò che è stato fatto in passato da quella uscente ed in particolar modo dall’ex Vicesindaco ed Assessore al Turismo Salvo Cilona. Dare “continuità o meno” a queste decisioni rappresenta un primo passo su cui bisognerà effettuare delle scelte precise: su questo la Città di Taormina si attende delle risposte dai nuovi assessori ed in particolar modo dal neo Vicesindaco Ivan Gioia.

[Foto Andrea Jakomin]

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=Iw0I6AVZmt0[/youtube]

[hr style=”single”]

COMUNICATO STAMPA PDlogo-download-pdf

[hr style=”single”]

© Riproduzione Riservata

Commenti