Il Maggio dei Libri

Il Maggio dei Libri è la campagna nazionale nata nel 2011 con l’obiettivo di porre l’accento sul valore sociale della lettura come elemento chiave della crescita personale, culturale e civile. La campagna, promossa dal Centro per il Libro e la Lettura del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo, sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica e in collaborazione con l’Associazione Italiana Editori, inizia il 23 aprile in coincidenza con la Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore promossa dall’UNESCO e dura fino alla fine di maggio.

Quest’anno le iniziative che coinvolgono case editrici, librerie, biblioteche, associazioni culturali e scuole di ogni ordine e grado per tutto lo stivale sono migliaia. Uno degli appuntamenti più importanti è sicuramente il Salone del libro di Torino, che si svolge dall’8 al 12 maggio, e dove domenica 11 maggio, alle ore 11 nel padiglione Sicilia, Antonella Ferrara, Franco Di Mare e Matteo Collura illustreranno la IV edizione del festival internazionale Taobuk e per l’occasione presenteranno il libro “La repubblica del maiale. Sessant’anni di storia d’Italia tra scandali e ossessioni culinarie” di Roberta Corradin (Chiarelettere). Originale iniziativa è il libro sospeso che tanto successo sta ottenendo: una catena di letture regalate che si sta diffondendo nelle librerie italiane. Chiunque, recandosi alla cassa, può acquistare un libro in più da destinare al cliente successivo, indicare se il regalo deve essere per un adulto o per un bambino e scrivere se vuole una dedica.

Molte sono le iniziative che coinvolgono soggetti pubblici e privati per favorire e stimolare l’abitudine alla lettura con l’obiettivo primario di dare valore sociale e affettivo ai libri, portandoli tra la gente. Il Centro per il libro e la lettura coordina il progetto e anche quest’anno attribuirà un premio ai cinque migliori progetti di promozione della lettura realizzati nell’ambito di ciascuna delle seguenti categorie: biblioteche, scuole, associazioni culturali, strutture sanitarie e di reinserimento (ospedali, carceri, comunità terapeutiche…), librerie. Interessante l’iniziativa “Più libri leggi, meno resti in carcere”, proposta di legge approvata dalla giunta regionale della Calabria, su iniziativa dell’assessore alla cultura Mario Caligiuri, che ha come scopo quello di promuovere la lettura nelle carceri e nello stesso tempo prevede un’agevolazione sulla reclusione. I detenuti che leggeranno un libro in cella potranno, infatti, usufruire di tre giorni di sconto di pena, per un massimo di 48 giorni l’anno, che equivale alla lettura di sedici volumi nell’arco di dodici mesi. I libri e letture non vanno relegati ai soliti scaffali di librerie e biblioteche, ma devono essere offerti alle persone in ogni luogo. In tal senso lodevole è il progetto in atto del Tribunale di Monza, che da semplice Palazzo di Giustizia si è trasformato anche in Tribunale Letterario. L’idea è della dirigente amministrativa Elena Fosca Ferraro e della presidente Anna Maria Di Oreste, che hanno deciso di trasformare tutti gli spazi tra le aule, le sale degli avvocati, gli uffici in luoghi adibiti al bookcrossing.

Il Book Camp, invece, è uno spazio dedicato a tutti coloro che amano scrivere, agli scrittori emergenti, a quelli affermati ed a coloro che hanno un “libro nel cassetto” e desiderano pubblicarlo. Libreriamo mette a disposizione una piazza virtuale in cui chiunque può iscriversi, creando un proprio profilo con biografia e video di presentazione, e all’interno del quale poter pubblicare in anteprima il proprio libro e l’eventuale booktrailer. Incontri con l’autore, premiazioni letterarie, eventi dedicati al libro, all’editoria, agli scrittori, novità editoriali in promozione, non solo nei consueti luoghi preposti ma anche nei supermercati, uffici postali, treni, centri commerciali. Migliaia di iniziative per lettori abituali e futuri lettori, grandi e piccoli. Io che sono un onnivora lettrice non posso che essere strafelice perché un libro è sempre un vero compagno di viaggio in ogni situazione.

© Riproduzione Riservata

Commenti