Giardina si gioca la carta della giunta tecnica

Egregio Sindaco Giardina, sono passati trecento giorni dal suo insediamento e quindi certamente va fatto un bilancio sul lavoro svolto sino ad oggi. Il completamento tardivo della sua giunta dovuto alle “traversie giudiziarie” di Bruno de Vita, ne può aver rallentato l’operatività. Quello che non ci spieghiamo è che se “Errare humanum est, perseverare autem diabolicum”: perché riprovarci con la nomina dello stesso a capo dell’ASM? Si tratta di pragmatico rispetto del manuale “Cencelli”, in perfetto stile Prima Repubblica o di “puro autolesionismo”? Certamente una siffatta nomina potrebbe enormemente ledere la “sua immagine”! Il dibattito ASM, in consiglio comunale, ha richiesto oltre un mese di tempo e ci troviamo quindi all’inizio della stagione turistica, con tanti “nodi irrisolti” e che obiettivamente risulterà più difficile affrontare in estate. Il Consiglio comunale ha dato il via all’adesione a “Rifiuti Zero”, ma per il momento sembra essersi arenato tutto nell’attesa che si insedino i vertici di ASM e che la Municipalizzata subentri a Messinambiente nella gestione del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti. “Rifiuti Zero” è una vera e propria “filosofia di vita” e richiede quindi una certa tempistica e la creazione di adeguate strutture a supporto per poter essere correttamente messa in atto da residenti e turisti: francamente non credo che il periodo Pasquale o estivo possano essere il periodo giusto per iniziare questo percorso, con il rischio di trovarsi i “rifiuti in strada” e gli olezzi pervadere le strade del centro storico, ricolme di turisti. La viabilità costituisce da anni una “spina nel fianco” della Perla: cosa è stato fatto per migliorarla? Non mi risulta alcunché!

Proviamo a dare una pagella alla giunta “targata Giardina”. Credo un bel 5 all’assessore ai Lavori Pubblici Vincenzo Scibilia (che tra l’altro di numeri si intende…!): aveva promesso la riapertura della San Vincenzo entro il 15 marzo, ma siamo ancora ben lontani dal poterla utilizzare e si “vocifera” della mancata posa delle tubazioni fognarie, idriche, telefoniche ed elettriche, con il rischio concreto che tra non molto tempo dovrà essere “riaperta”, con evidenti disagi per la circolazione e aggravi di costi…!

Un meritato 4 va all’assessore al Bilancio e alle Finanze Andrea Carpita: mentre si votava il “piano di riequilibrio finanziario” per evitare il dissesto economico della Città, ci inviava una “cartolina dalla Thailandia”…!

Pina Raneri assessore dal “pollice verde”, si è “impantanata” sulle unioni civili, ma non è riuscita in tutto questo tempo, nonostante le tante segnalazioni pervenute, neanche a fare intervenire “un muratore” per riparare i muretti franati da mesi all’interno della Villa Comunale. Non parliamo poi dei “Beehive” della Trevelyan che gridano vendetta da anni…! Come pensa di giustificare tutto questo “stato di abbandono” alla troupe della BBC che nei prossimi giorni verrà a girare un documentario sull’illustre connazionale? Un 5 anche per Lei.

Al vicesindaco ed assessore al Turismo Salvo Cilona, diamo invece un bel 7, se non altro per la sua “onnipresenza”, le capacità relazionali e l’impegno profuso a mantenere alto il nome della Città.

Infine la “sua maggioranza consiliare”, se così la possiamo definire, dato l’alto numero di defezioni durante i civici consessi: spesso il numero legale è stato mantenuto grazie all’opposizione. Il consigliere di opposizione Nunzio Corvaja, durante un intervento li ha definiti: “sordomuti alzamano”, data la loro “loquacità” e lo “spessore” degli interventi…!

Una menzione speciale va poi al vicepresidente del Consiglio Vittorio Sabato per le sue “esternazioni”!

A Lei Signor Sindaco “non mi permetto di dare voti”, ma la invito seriamente a riflettere sull’operato e sui risultati conseguiti dalla sua squadra: i peggiori che Taormina abbia mai visto in tutti questi anni! Che con “molti cittadini”, non vi fosse “amore a prima vista” è sembrato palese a tutti, ma francamente Lei ha deluso anche molti di quelli che le hanno “dato fiducia” trecento giorni fa: “un’estate fa….”!

© Riproduzione Riservata

Commenti