Addio Paco De Lucia, anima del flamenco

Francisco Sanchez Gomez, classe 1947, nato ad Algeciras, in Andalusia, meglio noto come Paco de Lucia, si è spento ieri all’età di 66 anni su una spiaggia messicana per un infarto. Il nome d’arte Paco è il diminutivo di Francisco e il cognome De Lucia è in onore della madre. Era considerato il “re del flamenco” ed uno dei migliori chitarristi al mondo di tutti i tempi insieme a mostri sacri del calibro di Andrés Segovia, Carlos Santana, Mark Knopfler, Compay Segundo.

Già da piccolo, all’età di cinque anni, grazie al padre e al fratello Ramon, scorre le mani sulla chitarra, ma l’incontro decisivo, che gli cambierà la vita, sarà quello con Camaron De La Isla, il più grande cantante della storia del flamenco, personaggio leggendario e dalla personalità esplosiva: assieme incideranno una dozzina di album.

Il passo decisivo verso lo status di star mondiale lo compie grazie all’incontro con musicisti del calibro di Chick Corea, l’artista che ha indagato le contaminazioni tra il jazz e la musica spagnola e i più celebri virtuosi della chitarra jazz degli anni ’70, Larry Coryell, ma soprattutto John McLaughlin e Al Di Meola, con cui nel 1980 forma “The Guitar Trio”, che con “A Friday Night in San Francisco” realizza uno dei titoli più celebri del crossover di origine jazzistica.

In particolare l’interplay con McLaughlin, musicista piú colto e raffinato di Di Meola, ha generato alcune delle pagine piú ammirate del virtuosismo chitarristico. I tre torneranno a suonare insieme negli anni ’90, partecipando anche ad un “Pavarotti and Friends”, in concerti che sono serviti a rinforzare il mito di una tecnica e di una espressività prodigiose. Nel 1990 collabora anche con Claudio Baglioni al brano “Domani mai” dell’album “Oltre”. Nel 2004 gli viene conferito il Premio “Principe de Asturias nell’Arte”, mentre il 23 marzo 2007 l’Università di Cadice e l’8 maggio 2010 il Berklee College of Music di Boston, gli conferiscono il titolo di Dottore Honoris Causa per il suo contributo musicale e culturale.

La grandezza di Paco De Lucia va al di là della sua bravura: la sua è la storia di un autentico fenomeno che ha saputo innovare la tradizione del flamenco senza tradirne l’essenza e la storia.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=mYYDdn1rRKs[/youtube]

 

© Riproduzione Riservata

Commenti