streaming renzi grillo

Le consultazioni odierne del Premier incaricato Matteo Renzi, sono state a dire dello stesso molto proficue, in particolare modo con l’ex Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi: non si può dire certamente lo stesso di quello avvenuto con Beppe Grillo, che dovrebbe essere più correttamente definito un “non incontro”, durato appena pochi minuti.

Si è visto chiaramente che Beppe Grillo si è recato all’incontro solo per potere dire ai suoi sostenitori del blog: ci sono andato! Ieri pomeriggio infatti lo stesso aveva espresso chiaramente la sua contrarietà all’incontro, nonostante ciò con appena 400 voti di margine, il “popolo della rete grillina”, aveva deciso per il Si alle consultazioni.

L’incontro, se così lo possiamo definire, è stato più che altro il solito “farneticante monologo” di Grillo, che non ha fatto quasi aprire bocca a Renzi (che normalmente non può essere certamente considerato un taciturno) e che si è autodefinito “non democratico”! Gli stessi appartenenti alla delegazione “Grillina”, come Di Maio, sono rimasti basiti davanti alla veemente aggressività verbale del “comico”, che più che altro aveva solo l’interesse a farsi pubblicità in vista delle prossime elezioni.

Non appena Renzi ha iniziato a parlare è stato interrotto bruscamente da Grillo che lo ha accusato di essere una “persona non credibile, una macchietta, rappresentante delle Banche, degli industriali, di De Benedetti, dei poteri forti che gira in Smart e in bici!” Continua Grillo: “Tu non ci rappresenti, sei al contrario di noi per la privatizzazione dell’acqua, fai accordi per la legge elettorale con rappresentanti della Massoneria Fiorentina, come Verdini“. Dopodiché Grillo si è congedato.

Insomma un “dialogo tra sordi”. Tutto sommato la palma della vittoria dell’incontro spetta senz’altro a Matteo Renzi, se non altro per la stessa frase detta da Grillo: “Tu ci hai rubato metà del nostro programma!” Questa frase in se implica le più recondite paure di Grillo: il suo populismo fine a se stesso e di fatto incapace di dare una vera risposta alle problematiche vere di un Paese in ginocchio e dove i cittadini sono oramai costretti a fare la fila al banco alimentare per “sopravvivere”.

Emblematica la frase di Renzi, detta ai giornalisti in conferenza stampa, dopo che gli stessi sono stati ricoperti di insulti dal tragicomico “Grillo Parlante”, con la sua solita “verve” da “quintessenza del nulla”: “mi dispiace per i milioni che hanno votato M5S e che si aspettavano delle risposte concrete!

Poi ribadita in un Tweet:

Personalmente credo sarebbe stato più interessante poter assistere all’incontro con Berlusconi, che sarà stato senz’altro più proficuo, ma che purtroppo non andava in onda in streaming!

© Riproduzione Riservata

Commenti