Blitz nei ristoranti catanesi tra topi e sporcizia

CATANIA – Blitz di San Valentino della Polizia di Stato a Catania. Questa volta è toccato ai ritrovi di via Plebiscito, strada nota per la “carne di Cavallo” e agli ambulanti della Stazione Centrale. Il primo locale a finire sotto la lente d’ingrandimento degli uomini diretti dal Questore Salvatore Longo, in stretta sinergia con l’Asp, l’INAIL, i Vigili del Fuoco e la Polizia Municipale, è stato un ristorante di via D’Amico e i controlli hanno dato i loro inaspettati frutti. È scattato il sequestro amministrativo ed é stata sospesa l’attività del ristorante Giapponese “Dao Restaurant Sushi” per accertata infestazione da ratti! All’interno della cucina, sono stati sequestrati 6 Kilogrammi di pollo posizionato in una vasca in plastica immersa nel liquido di decongelamento e 14 Kilogrammi di calamari, anch’essi immersi in liquido di decongelamento e maleodoranti. Da accertamenti presso le banche dati, un solo dipendente è risultato non in regola con la normativa vigente in materia, ma sul posto è stato appurato che lavorava un cittadino Cinese, clandestino, per il quale il Questore ha disposto l’immediata espulsione dal territorio nazionale, mentre la titolare del “Wok & Sushi” è stata deferita all’Autorità Giudiziaria per il reato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

Presso la “Trattoria da Achille e Davide” di via Plebiscito è stata accertata l’occupazione abusiva di suolo pubblico e la totale assenza di estintori previsti per legge. L’Asp ha vietato l’uso di un cortile interno, sito accanto alla cucina e non risultante dalla planimetria del ristorante, ove erano appoggiate frutta e verdure fresche. Inoltre, da accertamento presso le banche dati, tre lavoratori non possedevano una regolare posizione contrattuale.
Nella Trattoria “Re Carlo V” sita sempre in via Plebiscito, è stata anche qui rilevata l’occupazione abusiva di suolo pubblico e l’unico estintore presente all’interno del locale aveva superato la data di scadenza. Due dipendenti sono inoltre risultati non essere stati sottoposti ai corsi di formazione professionale previsti per legge, mentre altri due non erano in regola con la normativa vigente.

Sono inoltre stati effettuati controlli amministrativi a 4 camion adibiti alla vendita di panini, ubicati in Piazza Giovanni XXIII, nei pressi della stazione di Catania.
I poliziotti hanno elevato 3 verbali per occupazione abusiva di suolo pubblico e riscontrate irregolarità igienico-strutturali a carico del titolare di uno dei camion adibiti alla vendita dei panini nei confronti del quale l’Asp procederà alle relative contestazioni. Il servizio di controllo di Polizia ha consentito di conseguire i seguenti risultati: 40 persone controllate; 4 esercizi pubblici controllati; 1 Carta di Circolazione ritirata; 2 Contravvenzioni al Codice della Strada elevate; 19 veicoli controllati; 1 veicolo sequestrato; 39 persone sottoposte ai domiciliari controllate.

© Riproduzione Riservata

Commenti