Taormina. Sottosezione CAI in escursione a Santa Lucia del Mela

La sottosezione del CAI (Club Alpino Italiano) di Taormina, retta dal presidente Giuseppe Formaggio, si è recata a Santa Lucia del Mela, per un escursione di approfondimento culturale. Alla stessa hanno partecipato una ventina di soci, che hanno avuto modo, approfittando del meteo favorevole, di godersi la “bella giornata”. Va detto per la precisione, che inizialmente l’escursione era pianificata per giorno 2 febbraio, ma dato il maltempo che imperversava lo scorso weekend in Sicilia, si è deciso di spostarla alla settimana successiva.

Giunti a Santa Lucia del Mela, la comitiva, ha dapprima visitato il Castello, riserva di caccia dell’Imperatore Svevo Federico II, all’interno del quale si trova il Santuario che ospita la famosa statua della “Madonna della Neve”, scolpita dal Gagini. Il maniero, dal quale si gode un panorama mozzafiato sulla valle del Mela, è noto perché ospitò negli ultimi giorni di vita, Pier delle Vigne, Protonotaro del Sovrano, che caduto in disgrazia, proprio lì decise di porre fine ai suoi giorni. Ulteriore tappa di visita è risultata essere la Cattedrale, che possiede tele di grande pregio, alcune delle quali dipinte da Pietro Novelli, oltre che custodire il corpo mummificato del Beato Antonio Franco, assurto agli onori degli altari nel settembre del 2013.

Ultima tappa della mattinata è stata la Chiesa dell’Annunziata, ove accolti dal Parroco Don Paolo, in un clima molto cordiale, i soci hanno ammirato i capolavori presenti, tra i quali il magnifico dipinto di Guglielmo Borremans. Non è mancato un luculliano pranzo in un noto ritrovo cittadino. Prima di rientrare a Taormina, si è effettuata una deviazione su Milazzo. Breve stop al Castello e alla Cattedrale della Città Mamertina. La giornata ha riscosso grande successo tra i soci e i partecipanti, nel tipico spirito del Club. Il sodalizio ha già provveduto a predisporre il programma completo delle escursioni 2014, disponibile sul sito ufficiale, molte delle quali di chiaro tenore “tecnico”.

© Riproduzione Riservata

Commenti