Mangiare un hamburger è un'arte

Ci siamo passati tutti: siamo li con in mano una grande Big Mac, lo portiamo alla bocca e al primo morso ecco che la salsa cola da tutti i lati. Ma esiste un modo corretto di tenere il panino?

Ad aiutarci, un team di ricercatori giapponesi esperti in meccanica dei fluidi, ingegneria e odontoiatria, che ha studiato il modo ideale per afferrare e mangiare un hamburger. A quanto pare, hanno trascorso quattro mesi per questo risultato. Per la scienza!

I ricercatori alla base di questa “importante” scoperta hanno fatto una scansione 3D di un hamburger, cercando di capire come le particelle interagiscono mentre lo si afferra. Utilizzando i dati, hanno mostrato che il tipico modo di tenere un hamburger è il pollice posizionato sul fondo e le altre dita sulla parte superiore. Posizione che favorisce la fuoriuscita del contenuto dal panino. Così, il team di esperti ha sperimentato altri modi e ne ha trovato uno “ideale”, che a loro dire, evita la fuoriuscita: i pollici e i mignoli sulla parte inferiore mentre le rimanenti dita (tre per lato … a scanso di equivoci) sulla parte superiore. In questo modo, sembrerebbe che nulla possa sfuggire al sandwich.

Se l’hamburger viene afferrato in modo uniforme, il suo contenuto non può fuoriuscire dal retro. Attenzione però, perché gli studiosi ci fanno notare che è importante non tenere l’hamburger troppo stretto, il panino verrebbe schiacciato e il contenuto fuoriuscire. Inoltre, l’esperto in odontoiatria consiglia di riscaldare i muscoli della bocca prima di mangiare un grande hamburger, aprendola e chiudendola un paio di volte. Vi avevamo avvisato che mangiare un hamburger è un arte!

E’ stata creata anche un’immagine per facilitare la comprensione del loro nuovo metodo.

hamburger

A questo punto una domanda sorge spontanea: ma quanti hamburger avranno dovuto ingoiare per completare la loro ricerca? I dati non lo specificano. Sarebbe interessante saperlo.

© Riproduzione Riservata

Commenti