Acufene, tecnologia per il trattamento

L’acufene è un sintomo multifattoriale e patofisiologia ancora discusso, è un segnale di bassa intensità normalmente non percepito per un rapporto SNR sfavorevole. Molte patologie dell’orecchio e non solo possono slatentizzare un acufene “controllato”, quindi se la presa di coscienza è relativa, l’acufene tende ad attenuarsi alla risoluzione della patologia, ma non sempre è così…

L’acufene provoca una riduzione della percezione acustica. Dal punto di vista neurofisiologico, acufene e ipoacusia possono provocare fenomeni di rimodellamento del SNC che provocano la persistenza dell’acufene stesso. La patologia dell’orecchio induce una deprivazione e un cambiamento dell’equilibrio tra sistemi neuronali d’inibizione e quelli di eccitazione determinando l’insorgenza e la permanenza del tinnitus.

L’equipe siciliana formata dalla sottoscritta Dr.ssa Daria Caminiti (otorinolaringoiatra e dottore di ricerca in scienze audiologiche e otorinolaringoiatriche, responsabile del Servizio di Day Surgery di otorinolaringoiatria presso la Casa di Cura Villa Salus di Messina), dalla Dr.ssa Milena Samperi (psicologa, specialista in psicoterapia cognitivo comportamentale), dal Dr. Eliseo Stefano Maini (ingegnere elettronico, dottore di ricerca in bioingegneria, ingegneria dei materiali e robotica, dottore in scienze audioprotesiche), dal Dr. Antonio Bagnato e dal Dr.Fabio Morabito (dottori in scienze audioprotesiche), ormai da molti anni impegnata nella diagnosi, cura e riabilitazione dell’acufene mediante l’utilizzo di generatori di suoni nell’ambito della Tinnitus Retain Therapy, applicherà a breve termine ai pazienti acufenici un nuovo dispositivo elettronico l’Alera TS ReSound di ultima generazione, un avanzato generatore di suoni per acufene.

Il nuovo Alera TS Resound è un sistema combinato, che fornisce suoni all’orecchio per aiutare a mascherare l’acufene percepito e allo stesso tempo riesce ad aumentare la soglia dell’udito per i pazienti che soffrono d’ipoacusia. Grazie a programmi dedicati del ReSound Aventa software, gli apparecchi acustici ReSound Alera TS si trasformano in avanzati strumenti per la terapia dell’acufene. Alera TS ReSound è un apparecchio TSG con open fitting, di piccolissime dimensioni, che consente ai suoni naturali di entrare nel canale uditivo in modo che agisca da rumore di fondo contribuendo a ridurre la percezione dell’acufene. E’ importante sottolineare che questi apparecchi combinati che sfruttano il modello neurofisiologico della TRT sono terapie riabilitative certe, da usare unitamente a un programma terapeutico individualizzato e a una buona consulenza.

Gli apparecchi combinati possono essere assai efficaci se usati in maniera appropriata, ma per ottenere il massimo beneficio vanno seguiti protocolli e procedure adeguate. Il nostro protocollo di lavoro prevede una visita preliminare da parte dell’otorinolaringoiatra il quale dovrà escludere eventuali patologie che possono provocare l’acufene ed eventualmente orientare il paziente alla terapia mirata (oltre alla TRT e alla terapia sonora esiste anche la terapia laser a basso livello energetico, terapie comportamentali, psicologici e molto altro). Successivamente, qualora il paziente fosse candidabile alla TRT, dovrà sottoporsi a cinque visite svolte in team (otorinolaringoiatra, psicologo e audioprotesista, ingegnere biomedico eventualmente osteopata, ortodontista) con cadenza periodica a quindici giorni, a un mese, a tre mesi e a sei mesi dalla prima visita.

Il paziente affetto da acufene cronico rende distorto tutto il mondo sonoro, si stara, infatti, il rapporto con il suono e l’equipe ha il compito di resettarlo e di assuefare all’acufene il paziente aiutando il soggetto a imparare a far fronte al tinnitus, processo gestito con delicatezza nell’arco di un certo periodo di tempo.

Il generatore sonoro Alera TS è personalizzato per offrire il massimo comfort di ascolto e un sollievo ottimale dall’acufene, inoltre il microfono ReSound Unite Mini Microphone consente lo streaming wireless di numerosi segnali sonori. Rimuove le restrizioni riguardo alle sorgenti sonore disponibili per il trattamento dell’acufene e permette a ReSound Alera TS di curare qualsiasi tipo di acufene.

L’utente può caricare qualsiasi fonte audio su un player MP3, collegare il lettore a un microfono ReSound Unite Mini Microphone tramite una spina stereo, e ricevere i suoni direttamente nell’apparecchio acustico in modalità wireless. Ciò significa che si possono scegliere e usare i segnali sonori che si ritengono più vantaggiosi dal punto di vista terapeutico.

Dal 2010 l’equipe siciliana ha dato moltissima importanza allo studio del modello neurofisiologico della TRT presentando, ai numerosi convegni e corsi organizzati in tutta la Sicilia, nuove teorie d’applicazione che vedono impegnate anche tutte le altre equipe d’Italia nell’ambito anche della ricerca in modo da creare sistemi digitali sempre più innovativi per la cura dell’acufene.

© Riproduzione Riservata

Commenti