Stamattina si è spento l’ex Sindaco di Taormina Achille Conti.

Achille Conti fu Sindaco della Perla nell’era post Garipoli ed in particolare nel 1991-92, a capo di una giunta tripartitica DC-PSI e con l’appoggio esterno del PRI. Suo vice fu all’epoca Aldo Bonaventura. Anni certamente non facili e Conti si trovò a fronteggiare le dure proteste dei commercianti, che si dichiaravano nettamente contrari alla chiusura del centro di Taormina al traffico veicolare. Conti condusse anche una forte battaglia a favore di Taormina Arte e affinché la stessa fosse trasformata in Fondazione (cosa poi mai avvenuta) e sul suo ruolo di centralità nell’ambito delle manifestazioni regionali. All’epoca i suoi appelli vennero ripresi anche dai grandi quotidiani nazionali.

Uomo dalle “grandi capacità di mediazione”, è da sempre stato considerato un punto di riferimento della politica locale e della ex DC in particolare. Insieme a Nicola Garipoli e ad Aurelio Turiano costituiva il cosiddetto “tridente democristiano”. Achille Conti è stato inoltre socio fondatore della locale sezione del Rotary International che avvenne il 16 gennaio del 1961, grazie all’incaricato Barone Salvatore De Lisi Marullo ed ebbe quali sponsor il club di Messina. Il territorio di competenza si estende lungo la costa ionica siciliana a nord sino a Messina e a sud fino a Giarre.

Nel 1961 insieme a Conti ricordiamo tra i soci fondatori del noto club service, alcune personalità che hanno contribuito a rendere Taormina famosa nel mondo, tra le quali: Cesare Acrosso, Francesco Durante, Mario e Nicola Garipoli, Carlo Papale e Rosario Malambrì. Conti ha ricoperto la carica di Governatore della sezione locale del Rotary dal 1971 al 1973 e dal 1982 al 1984, di Segretario dal 1961 al 1963 e di Tesoriere dal 1966 al 1970. Storico il suo discorso in occasione del cinquantesimo anniversario della fondazione del club service taorminese. Conti era inoltre a capo della delegazione di Taormina dell’Accademia Italiana della Cucina.

I Funerali si svolgeranno martedì 21 gennaio alle ore 15 all’interno della Basilica Cattedrale e a partire dalle ore 11,30 sarà allestita la camera ardente nell’aula consiliare di “Palazzo dei Giurati”. Con Conti scompare un altro”pezzo di storia” della Perla e un “Leone” che ha sempre combattuto per la “sua Taormina”. Ai familiari e in particolare al figlio Vittorio che ne eredita il “peso politico” vanno le più sentite condoglianze della redazione di Blogtaormina.

© Riproduzione Riservata

Commenti