«Non ci ha detto nulla, avevamo notato che era ingrassata, ma ultimamente si era chiusa molto anche con noi. Mercoledì mattina ha chiamato da sola l’autoambulanza».

Arriva in ambulanza a sirene spiegate, all’ospedale di San Camillo De Lellis di Rieti, la suora 32enne del Salvador che lamentava forti dolori addominali, così il 15 Gennaio di mercoledì mattina ha chiamato l’ambulanza per essere ricoverata d’urgenza. La sorpresa è arrivata quando il medico le ha comunicato di essere incinta e che erano iniziate le doglie «Non sapevo di essere incinta». Poche ore dopo  ha dato alla luce con parto naturale Francesco Sandrino, questo è il nome scelto dalla suora per il suo bambino, un neonato di 3,500 kg, di cui non si sa ancora il padre, ma alcune consorelle hanno confessato che la giovane suora pochi mesi fa era ritornata nel suo paese natale per un breve periodo di tempo, quindi almeno che questo bambino non sia stato concepito per opera dello spirito santo, forse è lì che potremmo trovare il padre del piccolo Francesco.

La suora è stata spostata in un ala riservata dell’ospedale, lontana dai giornalisti che da mercoledì notte invadono le entrate dell’ospedale, e dalle altre pazienti per mantenere a pieno la privacy della giovane mamma. Il vescovo della regione si è mostrato molto adirato per la questione e attende le “dimissioni” da parte della suora, che sembra voler tenere il bambino con se. Le altre mamme dell’ospedale hanno fatto una colletta per la suora-mamma nonchè donazioni di vestitini e giocattoli per il bambino. Molto solidarietà è stata trovata anche dalle consorelle, che nonostante abbiano accolto la notizia con stupore sono rimaste vicine alla compagna e le hanno mostrano affetto, portandole anche regali per il bambino appena nato, e difendendola continuamente di fronte agli insulti e alle maledicenze, la madre superiora dice “Ha ceduto alle tentazioni, non ha fatto niente di male quindi lasciatela in pace”.

© Riproduzione Riservata

Commenti