incontri interlocutori su via Fazello e Gestione rifiuti

Si sono svolti ieri a Palazzo dei Giurati due incontri interlocutori. Il primo, in merito alla chiusura per lavori di via Fazello, ed il secondo sulla gestione rifiuti.

Il primo che si è tenuto all’interno della “saletta dei consiglieri” ha visto da un lato il vicesindaco Cilona ed il Comandante della Polizia Municipale Agostino Pappalardo e dall’altro albergatori, commercianti ed imprenditori della zona di via Fazello, tra i quali Salvo Brocato, Giusy Zuccaro e Stefano De Pasquale. Si è discusso delle problematiche connesse alla chiusura al transito per lavori di via Fazello sino al giugno 2014. La stessa arteria inoltre è stata interdetta alla sosta dei veicoli sino al 2015. Si è anche parlato di una definitiva chiusura al traffico veicolare della stessa, con relativa pedonalizzazione. Una proposta analoga in tal senso è stata avanzata anche per la via Roma. In pratica una mini rivoluzione della viabilità della Perla.

L’altro incontro si è svolto invece nell’aula consiliare dato il grande numero di presenti, come era d’altra parte facilmente ipotizzabile dato l’argomento in discussione: la futura gestione dei rifiuti a Taormina. Come si ricorderà la gestione della raccolta dei rifiuti a Taormina da parte di “Messinambiente” sembra essere giunta al capolinea e si prospetta una soluzione “in house”: in effetti i contratti sono scaduti da circa tre anni e si è “andati avanti” con delle proroghe. Rimane tuttavia da affrontare la questione dei crediti vantati dalla società che sta ancora occupandosi del servizio. Alla riunione erano presenti da un lato il Sindaco Eligio Giardina con il suo vice Cilona e il Commissario Liquidatore dell’ ASM Cesare Tajana. La presenza di Tajana all’incontro va ricondotta al fatto che con ogni probabilità sarà proprio la municipalizzata ad occuparsi del servizio dei rifiuti a Taormina: la chiameremo forse “Taorminambiente”…! Dalla parte opposta degli “scranni” si sono trovati i rappresentanti del comitato cittadino apolitico e apartitico “Rifiuti Zero” al quale hanno aderito ben 28 associazioni di vario tipo, dai commercianti agli albergatori, dalle guide turistiche alla società civile, ma tutte con un comune intento, quello di adottare anche a Taormina il metodo del Prof. Paul Connett, che tanto successo ha avuto in altre località italiane quali Capannori in Provincia di Lucca o per rimanere in Sicilia il Comune di Zafferana Etnea (CT).

L’amministrazione cittadina, con in testa il Sindaco Giardina, si è mostrata molto disponibile ed interessata al progetto purché il piano “rimanga scevro da strumentalizzazioni politiche di qualsivoglia natura”…! Il comitato ha consegnato all’amministrazione cittadina un “Business Plan”, che si ispira fondamentalmente a quello redatto dal CONAI e si è quindi convenuto di creare un comitato ristretto di 4-5 soggetti che vadano poi a interloquire con la giunta per poter poi passare da una fase interlocutoria e propositiva ad una di attuazione pratica. Non c’è certo tempo da perdere dato che la stagione turistica è praticamente alle porte, visto e considerato che il piano dovrà prima “passare al vaglio” del consiglio comunale, per i dovuti “aggiustamenti” e poi avrà necessariamente bisogno di un certo periodo di “rodaggio” per essere messo in pratica correttamente da cittadini e turisti.

Una grande sfida ci attende, ma che dobbiamo affrontare con la consapevolezza che solo con una fattiva collaborazione di tutti possiamo migliorare la vivibilità e l’immagine del nostro Comune, cosa di fondamentale importanza in una Città come Taormina che sostanzialmente “vive di Turismo”…!

© Riproduzione Riservata

Commenti