Messina: è giallo sul cadavere ritrovato ieri a Floresta

FLORESTA (ME) – Si tinge di giallo la vicenda del  cadavere rinvenuto ieri pomeriggio nelle zone boschive di Floresta. Il corpo, in evidente stato di decomposizione, è stato trovato il 13 gennaio dagli uomini della Forestale, durante un’escursione anti bracconaggio. Sul posto, in serata, sono intervenuti il medico legale e i carabinieri del distretto di Patti che, dai primi rilievi, non sono riusciti a risalire nè alla causa nè al periodo  della morte. L’unico dato certo è che si tratti del cadavere di donna. Sembra scartata l’ipotesi, dapprima considerata, che si tratti di una badante ucraina di cui era stata denunciata la scomparsa nelle zone limitrofe qualche mese fa. Saranno i Ris di Messina, intervenuti stamani sul posto per gli accertamenti, a fare chiarezza sulla vicenda.

Il ritrovamento del cadavere di una donna fa di certo pensare a Provvidenza Grassi, la giovane commessa Messinese scomparsa con la sua auto, una Fiat 600 bianca, il 10 luglio da Messina. La scomparsa è stata denunciata immediatamente  dai genitori della ragazza. L’ultimo ad averla vista, la sera prima della scomparsa, nella zona di Rometta, è il giovane fidanzato, recentemente implicato in vicende giudiziarie per spaccio di sostanze stupefacenti. Diversi sono stati gli avvistamenti della giovane e della sua auto, che poi si sono rilevati inefficaci. Della vicenda si è più volte interessata anche la trasmissione televisiva “Chi l’ha visto?”, ma ad oggi, purtroppo non ci sono elementi concreti su dove sia la ragazza e se sia ancora viva.

© Riproduzione Riservata

Commenti