Messina: al Palacultura si è tenuta un’assemblea sugli “Stati generali della Cultura”

MESSINA – Ieri alle 10,00 al Palacultura si è tenuta un’assemblea denominata “ Stati generali della Cultura” e promossa dal neoassessore alla cultura Tonino Perna,  alla quale sono invitati artisti e associazioni culturali del teatro, della musica, del cinema e delle arti visive, per programmare le iniziative culturali del 2014.

Gli eventi previsti sono le “Notti delle Culture”, la “Primavera dell’Area dello Stretto”, e l'”Estate Messinese”. “Per concordare gli appuntamenti – ha sottolineato Perna – l’assessorato alla cultura ritiene necessario avviare un processo partecipativo che porti all’elaborazione di un progetto culturale condiviso. Pertanto l’incontro è soltanto l’inizio di un cammino che ci vedrà impegnati a lavorare in sinergia con tutti i gruppi tematici che verranno a costituirsi alla fine dell’assemblea”.

Durante l’assemblea di ieri l’assessore Perna spiega che per migliorare “gli Stati generali della Cultura” a Messina, punterà sulle “4 P”: partecipazione, proposte, progetto comune e programmazione. Per realizzare questi propositi, conta sulla collaborazione degli altri assessori, dai quali Perna sostiene di essere appoggiato, perché “la partecipazione non è demagogia, la partecipazione è necessaria” sostiene a gran voce in assemblea.

Effettivamente c’è stata una grande partecipazione, un nutrito pubblico, tra artisti e associazioni varie, ai quali è stato concesso qualche minuto, uno per volta, per esporre le loro proposte.  Come quelle di una signora argentina che sulla base di una sua esperienza personale pone l’accento sull’importanza del confronto tra le diverse tradizioni culturali.  Agganciandosi a questo intervento, Perna ci tiene a sottolineare quanto sia importante trovare un giusto equilibrio tra le diverse culture e tradizioni, valorizzando cioè la cultura locale, aprendosi però anche all’esterno, ai diversi modelli culturali.

Interessante l’intervento di Tino Dalmazio,  portavoce di asSociaLink, un’associazione socio-culturale creata da un gruppo di giovani professionisti, la cui idea nasce dall’esigenza di mettere a disposizione di tutti i cittadini uno strumento che consenta di accedere, in modo semplice e veloce, alle attività promosse dalle diverse associazioni. “ Perchè spesso il problema delle associazioni è la divulgazione delle attività che organizzano e il rinchiuderle in una dimensione esclusivamente locale” spiega Dalmazio durante il suo intervento.

Interviene al microfono, su invito dell’assessore, anche il consigliere comunale Piero Adamo, che presiede la commissione cultura del consiglio comunale, il quale sottolinea come la cultura sia il motore di crescita di un territorio ed esorta i presenti a ricordare che oltre all’assessorato alla cultura esiste anche un consiglio comunale sensibile alla cultura.

Ma tra i diversi interventi molte sono state anche le polemiche e le critiche all’operato, seppur ancora breve, dell’assessore Perna. La voce più amara del coro, forse quella degli artisti del teatro Pinelli.

Non possiamo far altro, quindi, che augurarci che questa assemblea sia realmente un primo passo per cercare di migliorare in modo “partecipato”  lo “stato generale della cultura” a Messina.

© Riproduzione Riservata

Commenti