Il consiglio comunale convocato per stasera,dati i punti all’o.d.g.,si prevedeva “acceso”, ma all’occorrenza era pronto il consigliere Corvaja, munito di estintore, a “spegnere” i “bollori”…!

Consiglio comunaleDal “faceto” al “serio”: il civico consesso tenutosi ieri sera potrebbe essere a rischio annullamento, per via delle dimissioni presentate “last minute” dal consigliere di maggioranza Andrea Raneri, indicato dal Sindaco nel Consorzio Ente Fognante e di cui con ogni probabilità assumerà la Presidenza. La nomina (notificata all’interessato nel tardo pomeriggio) rende necessaria una surroga nel consiglio comunale, ecco spiegato perché la validità della seduta potrebbe essere a rischio.

L’argomento della validità della seduta in mancanza della surroga è stato dibattuto con da un lato l’autorevole interpretazione del segretario comunale Michelangelo Lo Monaco e dall’altro il consigliere Longo che ha invitato i consiglieri a riflettere, citando l’articolo 38 del Testo Unico Enti Locali ( 267) e su una sentenza del TAR Calabria che di fatto dava indicazione di poter procedere nonostante il consigliere mancante. Il civico consesso ha tuttavia deciso “nel dubbio” di dibattere su alcuni punti di “scottante attualità”, senza però metterli ai voti. L’unico atto che ha fatto eccezione e che è stato votato all’unanimità è stato l’ordine del giorno urgente presentato dal gruppo consiliare “Insieme si può” e che verteva sul “Ridimensionamento dei posti letto nel Presidio Ospedaliero di Taormina”.

La necessità di approvare urgentemente questo o.d.g. derivava dal fatto che oggi presso il plesso ospedaliero si terrà un incontro su questo argomento tra i Primari dei vari reparti e il Commissario Straordinario dell’ASP Dr. Magistri e alla presenza del Primo cittadino. Questo atto a detta di molti consiglieri va considerato a sostegno della posizione del Sindaco che proporrà la sottoscrizione di un documento per la salvaguardia e l’incremento dei posti letto dell’ospedale. La riduzione ipotizzata per vari reparti tra cui Emodinamica (e che conseguentemente si ripercuoterebbe sugli altri) andrebbe ad inficiare gravemente un presidio di eccellenza a livello regionale e nazionale e che acquista ancora maggiore rilevanza nei mesi estivi, quando con grande abnegazione i sanitari devono anche fare i conti con l’aumento di pazienti dovuto ai flussi turistici, nonostante le note carenze di organico e spesa dovute ai tagli di bilancio.

Va detto a onor di cronaca che in alcuni frangenti sono anche volate “parole grosse” tra alcuni consiglieri e la Giunta. Al centro della polemica è finita la panchina in ferro battuto donata dal comune di “Sunny Isles Beach” e con cui negli anni passati il consiglio comunale ha sottoscritto un protocollo d’intesa e che il Sindaco Giardina ha deciso di spostare da “Palazzo dei Giurati” a Palazzo Corvaja. Un altro tema che ha suscitato “vivaci reazioni” è stato quello sollevato dal consigliere di minoranza Eugenio Raneri e che chiedeva la immediata rimozione delle telecamere poste di recente nei pressi della sala riunioni dei Consiglieri e nelle stanze del Sindaco e che andrebbero a ledere il diritto alla privacy. Sempre Raneri ha dichiarato: “questa amministrazione è arrivata al capolinea e Lei Sindaco sull’hotel ‘Minerva’ ci deve dare delle risposte…” Continua Raneri: “come è possibile che agli inizi di gennaio in occasione del concerto dell’orchestra sinfonica il teatro Greco era impresentabile, nonostante siano stati spesi 13.000 Euro per delle imprese specializzate che si dovevano occupare della rimozione della cenere lavica, caduta su Taormina lo scorso anno.” Sempre Raneri ha stigmatizzato sul fatto che si possa aver autorizzato, durante il periodo natalizio, un “arrusti sasizza” nei pressi della Chiesa del Carmine. Raneri ha infine definito di “scarso valore” l’allestimento della mostra di Taormina Arte, presente all’interno dell’ex chiesa di Sant’Agostino in Piazza IX Aprile definendola “quattro pezzi di carta”….! Il consigliere Moschella ha richiamato l’attenzione dei presenti sul fatto che “con tutte le problematiche che vi sono si pensa alle nomine di sottogoverno”. Ha rilanciato Benigni sottolineando la necessità di adottare il progetto “Rifiuti Zero” e a cui hanno aderito già 28 associazioni, come hanno anche fatto i comuni di Letojanni e Giardini. Tutto ciò risulta ancora più urgente dato che il 31 gennaio scade la proroga con Messinambiente, i cui contratti risultano scaduti da tre anni. D’Urso ha infine sollecitato il Sindaco a rinnovare l’incarico quale esperto, a titolo gratuito, all’Avv. Costantino Papale, ai fini dell’organizzazione della IV Edizione del Taormina Media Award “J.W.Goethe” e del Premio Italo-Russo “Anna Ackmatova”. Sarebbe impossibile pensare di organizzare una edizione dei detti premi senza la presenza di Papale, ideatore e “vero motore” delle suddette manifestazioni.

© Riproduzione Riservata

Commenti