Alle ore 18.08 è stata registrata una forte scossa di terremoto a Sud di Campobasso, che è stata fortemente avvertita in tutto il Molise, la Campania, parte della Ciociaria, della Puglia e dell’Abruzzo.

Forte scossa di terremoto fra le Province di Caserta e Benevento Il sisma non avrebbe creato danni rilevanti agli edifici e per il momento non si registrano vittime, anche se le verifiche sono ancora in atto. La paura comunque è stata tanta, soprattutto nei piani alti delle abitazioni. Una prima scossa di magnitudo 4.9 della scala Richter è stata registrata tra le Province di Benevento e Caserta a 10,5 Km di profondità e l’area maggiormente interessata è stata quella compresa tra i Comuni di Castello del Matese, San Potito Sannitico e Piedimonte Matese.

Un ‘altra scossa 2.7 di intensità è stata avvertita pochi minuti più tardi. Tanta paura anche a Napoli, ove la gente si è riversata in strada. La sequenza sismica fra le Province di Caserta e Benevento, con epicentro nel Matese è ancora in corso, come ha spiegato il Dr. Michelini, direttore del Centro Nazionale Terremoti dell’INGV.

Dopo la prima scossa delle 18.08 ne sono seguite altre quattro di minore intensità, di magnitudo compresa fra 2.3 e 2.8. Il sisma si è verificato in un’area dove negli ultimi decenni si era registrata una sismicità ridotta. Nel Sannio è stata attivata una unità di crisi da parte del Dipartimento della Protezione Civile.

© Riproduzione Riservata

Commenti