Messina: forte scossa di terremoto nello Stretto fa “tremare” di paura la popolazione

MESSINA – Stamane alle ore 5, 20 circa è stata avvertita Tra Sicilia e Calabria, una scossa di terremoto di magnitudo 4.0 che ha destato il panico tra la popolazione, ripensando al sisma del 1908.

La scossa di magnitudo 4.0 è stata registrato alle 5:20 nello stretto di Messina, davanti alle coste siciliane e calabresi. Secondo i rilevamenti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il sisma ha avuto ipocentro a 7,3 km di profondità ed epicentro in prossimità di Messina e dei comuni reggini di Campo Calabro e Villa San Giovanni.

Circa un milione di persone tra Sicilia e Calabria è stata svegliata dal sisma che ha destato molta paura, anche a causa del rumore violento,  un boato, quasi ci fosse stata un’esplosione.

Non è stato l’unico episodio, infatti  alle 05.58 si è registrata una seconda scossa, questa volta di magnitudo 2.8, ma ancora più superficiale, profonda appena 4,3 km, e quindi nuovamente ben avvertita dai residenti della città dello Stretto.

Diverse sono state le segnalazioni pervenute ai vigili del fuoco, ma nessun intervento e per il momento non si segnalano danni a persone o cose.

Intenso è stato il tam tam sui social network ,si moltiplicano i commenti , e in particolare, visto l’orario, la memoria della città è subito andata al terribile sisma del 28 dicembre del 1908, quando alle 5.21 del mattino per 30 lunghissimi secondi la terra tremò e sussultò con una violenza inaudita e con gli esiti tragici che tutti conosciamo. Aspettiamo i prossimi aggiornamenti con l’augurio di non trascorre un Natale “traballante”.

© Riproduzione Riservata

Commenti