Per la serie “A volte ritornano”, riecco Antonio Ruggeri, ex capo di gabinetto dell’ex sindaco Buzzanca, reintegrato dall’amministrazione Accorinti  nell’ufficio di gabinetto, nonostante le vicende giudiziarie.

Antonio RuggeriAntonio Ruggeri , che nei quattro anni e mezzo di amministrazione Buzzanca ha ricoperto diversi incarichi: capo di gabinetto, dirigente “a tempo”, commissario dell’Ato3 rifiuti e Responsabile dell’ufficio del Soggetto Attuatore per l’emergenza che ha sconvolto Giampilieri il primo ottobre 2009, per citarne alcuni, tornerà a prendere servizio con l’amministrazione Accorinti dal 1 Gennaio.

Solleva dubbi e sconcerto questo reintegro di Antonio Ruggeri che lo scorso gennaio venne arrestato per peculato con l’accusa di aver incassato una buona uscita da commissario liquidatore dell’Ato3 di 136 mila euro, nonostante si fosse impegnato a svolgere l’incarico a titolo gratuito. Ruggeri è coinvolto in più di un’inchiesta giudiziaria: dall’utilizzo per scopi personali del furgone dell’Ato3, all’abuso d’ufficio per la velocissima carriera di una dipendente Ato che sarebbe passata dal 4° all’8° livello in pochissimo tempo. Ed è proprio lui adesso, a  figurare tra le dodici unità assegnate al servizio “Amministrazione e Affari generali” dell’ufficio di gabinetto del sindaco dal dirigente dell’ufficio stesso, Giovanni Bruno.

Ruggeri era stato sospeso cautelativamente dal servizio e dagli emolumenti il 21 gennaio scorso con un procedimento disciplinare di sospensione fino alla sentenza definitiva. La sospensione è stata confermata il 3 settembre ma un mese dopo Ruggeri aveva chiesto la revoca della determina 209. Cosi il 12 dicembre scorso, dopo aver esaminato la documentazione presentata dal dipendente,  l’Ufficio Procedimenti Disciplinari “ha ritenuto – come si legge nell’atto – che non sussistono le condizioni perché lo stesso continui ad essere sospeso dal servizio e dagli emolumenti e dà mandato al dirigente del dipartimento Gestione Giuridica del Personale di porre in essere i provvedimenti per il reintegro in servizio”.

Infine il dirigente comunale Salvatore De Francesco ha firmato la determina che farà rientrare al lavoro Ruggeri, funzionario direttivo agrario, revocando l’efficacia delle determine dirigenziali 20. del 23 gennaio 2013, e 309 del 3 settembre 2013, che sospendevano l’ex braccio destro di Buzzanca. E a decorrere dal 2 gennaio, gli saranno ripristinati gli assegni da dipendente comunale.

© Riproduzione Riservata

Commenti