Dopo le polemiche e le indignazioni per il video sul trattamento antiscabbia effettuato nel centro di Lampedusa, l’amministratore non ci sta e si difende.

++ Lampedusa: Alfano, chi ha sbagliato pagherà ++L’amministratore delegato della cooperativa ‘Lampedusa Accoglienza’, Cono Galipò, spiega così le immagini choc che sono state trasmesse ieri dal Tg2 in cui si vedono alcuni migranti in fila, nudi, sottoposti a un trattamento contro la scabbia e spruzzati con una pompa collegata a un compressore.

“Il trattamento che noi stavamo facendo, previsto da un protocollo, stava durando da un’ora e mezza e a un certo punto alcuni immigrati si sono spazientiti, si sono spogliati e hanno chiaramente inscenato quanto si vede” ha spiegato l’amministratore.

© Riproduzione Riservata

Commenti