CAI di Taormina: presentato il programma escursionistico per l'anno 2014

Domenica scorsa in un noto ristorante del comprensorio, la Sottosezione CAI di Taormina ha presentato il programma escursionistico per l’anno 2014.

La Sottosezione di Taormina fa capo alla Sezione “madre” di Linguaglossa, di cui risulta parte integrante, nonostante le autonomie che le sono proprie e costituisce un importantissimo “très d’union” tra la Capitale del turismo siciliano ed il vulcano attivo più alto d’Europa (di recente dichiarato sito UNESCO ndr) volta ad una fruizione “consapevole” del nostro patrimonio antropico e culturale.

L’ecosistema dell’Etna risulta essere un “unicum” a livello mondiale, così come Taormina, che di recente ha avanzato la candidatura per essere dichiarata “Patrimonio culturale dell’umanità”. Quest’anno il convivio sociale coincide con il 150 anniversario della fondazione del Club Alpino Italiano (CAI), che avvenne nel 1863, grazie anche a personalità quali Quintino Sella. Il CAI è Ente di Diritto Pubblico ed è inoltre famoso per aver organizzato la spedizione che ha reso possibile la conquista della seconda vetta più alta della terra: il K2. Tutto ciò è stato possibile grazie a uomini quali Bonatti, Lacedelli e Compagnoni,entrati a buon diritto nella storia dell’alpinismo mondiale.

Il CAI possiede inoltre parecchi gruppi specialistici tra cui il celeberrimo “CNSAS”: il Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico, che insieme agli uomini del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza sono infatti gli unici “titolati”al soccorso in montagna ed addestrati ad operare anche in condizioni meteo proibitive. Il CAI tra l’altro, grazie agli scienziati e specialisti presenti nel Corpo Accademico riesce a fornire una letteratura di settore unica nel suo genere, volta alla divulgazione e tutela dell’ambiente montano. Certamente tutto questo costituisce motivo d’orgoglio, ma anche una grossa responsabilità per i Presidenti della Sezione di Linguaglossa Carmelo Mangano e della Sottosezione di Taormina Giuseppe Formaggio. Alla fine del convivio sono stati consegnati i distintivi e le tessere ai neo soci e ai soci giovani.

[flagallery gid=22]

© Riproduzione Riservata

Commenti