1476432_1382359562013005_1419451450_nCasandrino, paese della provincia di Napoli, non vede l’ora che arrivi il Natale e lo dimostra a tutti con il suo mercatino di Natale. I cittadini di Casandrino non si arrendono alla crisi e continuano a festeggiare il Natale così come la tradizione vuole, con stelle filanti, gioia, amore e divertimento. Così, l’assessore al commercio e alla cultura Antonio Auletta, il sindaco Antimo Silvestre ed Andrea Gervasio dell’associazione Pro loco di Casandrino hanno realizzato il mercatino che ha ospitato tutti quelli che ne volevano partecipare, senza distinzione di paese o razza. Il mercatino si è svolto venerdì e sabato sera dalle ore 18 alle ore 22 e domenica dalle ore 9 alle ore 23. Inizialmente, nasce come manifestazione per poi svilupparsi negli anni in una vera e propria fiera di paese, più che un mercatino per lo shopping natalizio, aveva le sembianze di una festa, con animatori, palloncini, giostre per i piccini, spettacoli di danza, zucchero filato, noccioline zuccherate, musica dal vivo e tantissimi stand dove gli espositori mostravano la loro merce. Gran parte di questi stand mostravano prodotti realizzati interamente a mano, come lo stand di Camilla Petito, una ragazza del posto che ha avuto la brillante idea di vendere i propri prodotti in fimo, tra cui collane, orecchini, braccialetti ma anche tantissimi oggetti ispirati proprio alla festività che ci accingiamo a festeggiare. C’erano stand di dolci tipici del natale e ovviamente di Napoli, come gli struffoli, la pastiera, babà al rum, il casatiello dolce, il roccocò, il migliaccio e il sanguinaccio, che nonostante il nome oggi non si fa più con sangue mentre in passato proprio a Napoli era fondamentale l’ingrediente del sangue di maiale. Vi era lo stand del maestro Simeone, con i suoi presepi, tra cui ce ne erano alcuni fatti nelle televisioni, altri con delle cascate altissime con prezzi davvero convenienti.

DSCF4131 (1)

Domenica mattina al centro della piazza Umberto I, che ospitava il mercatino si è svolto anche un flash mob, realizzato da tutte le scuole di ballo del paese con grandi e piccini ed esibizioni di hip hop, zumba, tango e danza del ventre. Ma il divertimento continua anche a Gennaio in quanto per il 4 gennaio 2014 è confermato lo spettacolo con gli artisti di Made in Sud.

© Riproduzione Riservata

Commenti