All’intervento in consiglio comunale del consigliere Corvaja sull’emergenza cenere, replica D’Angelo, presidente del Gruppo Interforze Jonica.

Protezione Civile Taormina, D'Angelo risponde a Corvaja
Il Dr. Alessandro D’Angelo nella qualità di Presidente del “Gruppo Interforze Jonica”, gruppo di coordinamento di associazioni di Protezione Civile, iscritte all’albo Regionale e composte da volontari che operano in vari settori che spaziano dal sanitario all’antincendio, replica alle critiche sollevate dal consigliere Corvaja, durante una delle ultime sedute del civico consesso.

Il massimo esponente dell’associazione evidenzia il fatto che non sia di competenza della Protezione Civile la “rimozione della cenere”, bensì delle ditte specializzate: “ciò non significa affatto che i nostri volontari siano stati a guardare, dato che i protocolli erano stati attivati ed eravamo pronti ad intervenire in caso di necessità”.

Il Presidente Alessandro D’Angelo vuole inoltre sottolineare che la rimozione della cenere in grandi quantità, per via del pulviscolo sollevato, può provocare danni alla salute, se non vengono utilizzate procedure di protezione individuale adeguate. Si vuole comunque ricordare che “mai e poi mai è venuto meno l’impegno a favore dei bisognosi e nei casi in cui la popolazione si trovava in difficoltà”.

Il “Gruppo Interforze della Jonica” di cui fanno parte diverse associazioni tra cui “Radio Valle Alcantara“, i “Ranger“, la “Misericordia” di Letojanni, sono infatti intervenuti con grande abnegazione, negli ambiti di loro competenza, in occasione di diverse calamità naturali, quali ad esempio i tragici fatti verificatisi a Giampilieri, Scaletta, Spadafora, Sarno, Giarre e Santa Venerina. Conclude D’Angelo “sarebbe meglio mettere da parte sterili polemiche e collaborare in modo sinergico per il bene della popolazione: il consigliere Corvaja dovrebbe comunque scusarsi con i volontari, molti dei quali sono suoi concittadini, per le ingiuste accuse mosse nei loro confronti e per averli denigrati sostenendo che vadano solo nei mesi estivi al Teatro Greco a fare le maschere!”

© Riproduzione Riservata

Commenti