Addio a Nelson Mandela: il padre della lotta contro l’apartheid. Aveva 95 anni.

addio Nelson MandelaIl 5 Dicembre 2013 intorno alle 22:30, dopo una lunga malattia, muore Nelson Rolihlahla Mandela. A darne l’annuncio è stato il Presidente del Sud Africa Jacob Zuma in diretta televisiva che, visibilmente commosso, ha espresso «profonda gratitudine» per Mandela e ha ordinato il lutto nazionale. In tutto il paese le bandiere saranno a mezz’asta da venerdì al giorno delle esequie. «La sua anima riposi in pace. Dio benedica l’Africa», ha detto ancora Zuma.

Mandela ha trascorso la sua vita lottando. Verrà ricordato per sempre come l’uomo che ha cambiato la storia. Eroe della lotta all’apartheid del Sudafrica, Nelson Mandela è  stato primo presidente a essere eletto dopo la fine dell’apartheid nel suo Paese e a ricevere il premio Nobel per la pace nel 1993 insieme al suo predecessore Frederik Willem de Klerk. L’immagine di Mandela è impossibile da cancellare. Con la sua ironia, la sua grandezza è stata l’icona di un intero popolo, lo stesso che ha seguito con il fiato sospeso i suoi ultimi mesi di vita segnati dai quattro ricoveri in ospedale dovuti a infezioni polmonari.

E stanotte Madiba ha subito raccolto l’omaggio della gente. Una folla, fatta di tanti giovani, dopo l’annuncio di Zuma, si è radunata dinanzi alla sua casa per rendere un ultimo omaggio a quell’uomo oramai venerato ormai nel continente africano come un santo.

Se n’è andato in punta di piedi nella sua casa di Johannesburg’ dopo aver vinto tutte le battaglie. Addio Madiba, vogliamo ricordarti con questa tua frase: “Tutti possono migliorare a dispetto delle circostanze e raggiungere il successo se si dedicheranno con passione a ciò che fanno

© Riproduzione Riservata

Commenti