Nella quindicesima giornata si serie B, il Palermo perde a sorpresa in casa con il Latina per 2 a 1, mentre il Trapani si impone a Castellammare di Stabia per 3-2.

AC Padova v Trapani Calcio - Serie BImportantissima vittoria per il Trapani di Boscaglia, che si aggiudica altri tre punti fondamentali nella corsa verso la salvezza, e lo fa contro una diretta concorrente,  la Juve Stabia. Così come sette giorni fa, la sconfitta con i granata era costata la panchina al tecnico del Novara Aglietti, la stessa sorte è toccata sabato al tecnico stabiese Braglia.

Nel match disputatosi sabato al Menti di Castellammare,  i granata si sono portati subito in vantaggio con il “solito” (e non ci stanchiamo mai di dirlo) Mancosu,  che ben servito da Gambino, ha scartato il portiere Calderoni, e ha portato in vantaggio i suoi. Dopo esser passati avanti gli uomini di Boscaglia non si sono chiusi e hanno continuato a giocare bene, e al minuto ventotto hanno trovato il goal del raddoppio. Punizione da circa trenta metri del rientrante Nizzetto, la palla prende una strana traiettoria e supera il portiere stabiese che stranamente si trovava fuori dai pali. Qualche minuto più avanti i padroni di casa accorciano le distanze con l’attaccante ex Catania Doukara, ma sul finire della prima frazione il “sardo atomico” è bravo a procurarsi e a trasformare un giusto penalty concesso dal direttore di gara. Con questa marcatura il centravanti del Trapani, si porta a quota dieci goal in stagione, andando in testa solitario nella classifica marcatori. Nella ripresa i padroni di casa cercano di rimettersi in gara in tutti i modi ma la difesa trapanese riesce a contenere bene gli avanti stabiesi, che riescono comunque a segnare con Sowe, bravo ad incunearsi in area granata e a battere l’incolpevole Nordi. Nel finale di gara i granata hanno forse sofferto un pò troppo,  vista anche l’inferiorità numerica per l’espulsione del bosniaco Djiuric appena entrato in campo.

Sabato prossimo al provinciale andrà di scena quella che può essere già ribattezzata come una “rivincita”. Il Trapani affronterà la vice capolista Lanciano,  formazione che nella stagione 2011-2012, ottenne la promozione in B, battendo i granata nella finale dei play-off. Da segnalare infine le belle parole e i bei gesti di solidarietà spesi durante la settimana e dopo il match di sabato, a favore del loro popolo, dai sardi Mancosu e Feola.

Inaspettato e forse clamoroso stop interno del Palermo, che conosce la prima sconfitta dell’era Iachini, contro il sempre più sorprendente Latina. Eppure le cose si erano messe bene per i Rosanero portatisi in vantaggio con Hernandez, che ben imbeccato da Verre, di testa non ha fallito il vantaggio. Il Latina ha pareggiato quasi subito con Ghezzal, bravo a sfruttare una disattenzione della retroguardia rosanero, e a battere Ujikani. Nella restante parte del primo tempo ha regnato un grande equilibrio fra le due squadre, equilibrio che è stato spezzato al secondo minuto di recupero, quando è arrivata la doccia fredda per i tifosi rosanero. Jefferson parte sul filo del fuorigioco e di destro batte Ujikani. Nella ripresa il Palermo cerca di pareggiare in tutti i modi ma gli ospiti sono davvero bravi a chiudere ogni iniziativa. Certo, era prevedibile che prima o poi dovesse arrivare uno stop. Dopo otto risultati utili consecutivi, l’occasione per rifarsi c’è subito, a cominciare da sabato prossimo, in un altro match casalingo  contro il Novara.

Hernandez_Palermo

© Riproduzione Riservata

Commenti