E’ rottura tra le Forze Armate e il sindaco Accorinti  che non viene invitato alla “Virgo Fidelis”

foto Virgo FidelisI rapporti tra le forze armate e il Sindaco Accorinti si sono evidentemente incrinati dopo il gesto del sindaco del 4 novembre, giorno della celebrazione delle Forze Armate. Lo sventolare la bandiera della pace, ai piedi del monumento ai caduti, seguito dall’intervento del sindaco contro la guerra non è proprio andato giù al comandante interregionale del comando dei carabinieri Ugo Zottin che, indignato, in quel giorno ormai passato alla storia, ha abbandonato piazza Unione Europea.

Ma non è finita qui. Anche se qualche giorno dopo, Zottin e Accorinti si sono rivisti,  in occasione della celebrazione del presidente della Corte Costituzionale, Gaetano Silvestri,  la stretta di mano tra i due non è bastata ad allentare la tensione ormai innescata.

La goccia che ha fatto traboccare il vaso, probabilmente, è stata l’assenza del Sindaco alla messa celebrata il 15 novembre a Briga marina per il decimo anniversario dei Carabinieri caduti a Nassirya. Il sindaco è stato contestato per il gesto del 4 novembre anche dalla moglie di uno dei carabinieri caduti.

Ed ecco che ieri il primo cittadino non è stato invitato dal comando delle Forze Armate alla Virgo Fidelis che è stata celebrata dal Monsignor Luigi La Piana al Duomo di Messina. La Virgo Fidelis è la patrona delle Forze Armate commemorata ogni anno il 21 novembre.   Presenti erano  le autorità cittadine, fra cui anche il presidente del consiglio comunale Emilia Barrile. Grande assente Renato Accorinti.  Questo ha fatto scalpore, alimentando le  già nutrite polemiche che invadono da giorni la stampa.

Non ne sapevo nulla” dichiara il sindaco riguardo al mancato invito di ieri  “non è arrivata nessuna comunicazione ufficiale”. Insomma sia  il comandante che il sindaco non fanno trapelare nulla a proposito, ma probabilmente la vicenda avrà ulteriori risvolti.

© Riproduzione Riservata

Commenti