Soldi: veri o falsi? Una mini guida per evitare di ritrovarsi banconote fasulle.

7579594-primo-piano-del-ventilatore-di-5-10-20-50-100-200-e-500-euro-banconote-e-monete-isolato-su-uno-sfondIn tempi di crisi ci si inventa proprio di tutto. Vi siete trovati nel portafoglio una banconote da trenta euro? Bene, anzi male, perché quella è una banconota falsa. E già, non è ancora stata coniata la moneta da trenta euro. Quella lì non è altro che la simpatica moneta da venti euro modificata nel numero. Una moneta “tarocco” per l’appunto. In questi tempi il denaro “tarocco” torna in circolazione e non sempre le macchinette riescono a scoprire il falso. Ecco allora alcune regole base per evitare di cadere in spiacevoli situazioni.

Regole:

Prestare attenzione a ciò che vi danno. La banconota da trenta euro è uguale a quella da venti, ha solo il 2 sostituito con il 3. Ricordatevi che le banconote girano in tagli da 5, 10, 20, 50, 100, 200 e 500 euro.

Sentire il rumore che fa tra le mani. La carta da banconota se stropicciata non si rompe perché è carta da filigrana: ovvero è elastica e consistente. Emette un suono rumoroso che la carta normale non fa.

Muovete la banconota. In questo modo è possibile osservare sul fronte l’immagine cangiante della lamina olografica.

soldi2Osservare gli elementi in rilievo: speciali processi di stampa conferiscono alle banconote un effetto unico.

Guardare la banconota in controluce. Saranno visibili: la filigrana, il filo di sicurezza e il registro di stampa “recto-verso”. Le tre caratteristiche sono riscontrabili su entrambi i lati del biglietto autentico.

Occhio ai colori. Le banconote hanno colori diversi:

images (1)
Colore grigio-azzurro i 5 euro
Banconota Fronte 10 Euro
Colore rosa i 10 euro

 

 

 

 

 

 

 

 

images
Colore blu i 20 euro
download (1)
Colore arancione i 50 euro

 

 

 

 

 

 

banconota-200-euro
Colore giallo-marrone i 200 euro
images (2)
Colore verde i 100 euro

 

 

 

 

 

 

 

download (3)
Colore violetto i 500 euro

Sotto la macchina ultravioletta i colori cambiano. La bandiera della banconota ad es. da blu diventa gialla. Se la banconota non cambia colore allora è un falso.

Immagine

Usare una calamita per le monete. La calamita, se la moneta è vera, si attacca al centro. Il discorso vale solo per le monete da 1 cent., 2 cent., 1 euro, 2 euro che si attaccano perfettamente alla calamita.

Accanto a questi suggerimenti c’è anche da dire che il rischio non è solo quello di avere tra le mani denaro falso, ma anche quello di avere monete vere ma di importo inferiore rispetto a quelle nostre. Alcune monete straniere hanno la dimensione uguale a quelle italiane ma un valore inferiore. per cui una moneta del valore di 1 euro sarà facilmente scambiata con quella del valore di 2 euro perchè avranno la stessa dimensione.

I nuovi 5 euro, ad esempio, ha reazioni particolari sotto la lampada ultravioletta ed è stata messa in circolazione perchè dopo un certo numero di anni, come norma prudenziale, la moneta va cambiata.

La storia del denaro falso è vecchia come il mondo. Ma non sempre il falso non ha valore. Pensate che nel 1948 sono state dipinte a mano alcuni esemplari di diecimila lire, il cui valore, perchè dipinto a mano, era di gran lunga superiore rispetto a quello facciale. Monete oggi valgono una fortuna, considerate delle vere e proprie opere d’arte. Ma se invece di quelle vi trovate monete false, beh.. disperatevi pure per un pò ma poi provvedete subito a fare esaminare la banconota dagli “esperti” degli sportelli di banche, uffici postali, Banca d’Italia che, in caso di sospetta falsità, ritireranno le banconote e redigeranno un verbale in triplice copia.

E ricordatevi sempre che la realizzazione, detenzione, spendita o immissione in circolazione di banconote false sono un reato!

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=u-aDcGTtke8#t=11[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti