Dopo l’annuncio di Angelino Alfano, di non voler aderire a Forza Italia, Renato Schifani, capogruppo del Pdl al Senato, lascia l’incarico.

++ SCHIFANI, DA MONTI CONFERENZA POLITICA ++“Dopo aver preso atto della costituzione del nuovo gruppo al Senato, nato da una costola del Pdl, ritengo doveroso rassegnare le mie dimissioni da presidente del gruppo del Popolo della Libertà a Palazzo Madama”. Lo ha dichiarato il presidente dei senatori del Pdl, Renato Schifani. La decisione ha seguito immediatamente l’annuncio di Angelino Alfano di formare nuovi gruppi autonomi al Parlamento  composti dall’ala dei governi del Pdl col nome di “Nuovo centrodestra”.

Subito dopo le dimissioni di Schifani giungono anche quelle del suo vice, Giuseppe Esposito

Secondo Formigoni, i sostenitori di Alfano sono 37 al Senato e 23 alla Camera. Nessuno di loro parteciperà al consiglio nazionale che battezzerà il nuovo soggetto politico del Cavaliere. “Sento fortissimo il bisogno di ribadire che in questi 20 anni non abbiamo sbagliato speranze, ideali e persona”  ha commentato Alfano. “Siamo amici del presidente Berlusconi a cui ribadiamo amicizia e sostegno. Lo sosterremo all’interno del governo a iniziare da una giustizia più giusta e dall’abbassamento delle tasse e di tutte le storiche battaglie“.

L’ufficializzazione sdella scissione ha deciso di darla Alfano nel corso dell’ennesima riunione dei sui parlamentari.

© Riproduzione Riservata

Commenti