Al Quirinale incontro del Presidente Napolitano con Papa Francesco. E’ il sesto Pontefice a recarsi in visita al Quirinale, il quinto dopo la nascita della Repubblica italiana.

52NVQT7U-U10201195436866hX--640x360@LaStampa.itÈ la prima volta che Papa Francesco varca la soglia del Quirinale. Alle 11.00 di stamane Bergoglio ha attraversato il Portone Principale ed è entrato nel Cortile d’onore. Ad attenderlo il capo dello Stato Giorgio Napolitano. I due hanno ricevuto gli onori militari da parte di un reparto militare che ha eseguito gli inni nazionali. Papa Francesco è il sesto Pontefice a recarsi in visita al Quirinale, il quinto dopo la nascita della Repubblica italiana.

Il Papa ha salutato la delegazione governativa italiana presente al Quirinale, iniziando con il premier Letta. Tra i ministri presenti Angelino Alfano, ministro dell’Interno e il ministro degli Esteri Emma Bonino.  Nella sua visita al Quirinale Papa Bergoglio viene accompagnato da una delegazione di otto persone: monsignor Angelo Becciu, sostituto per gli Affari Generali della Segreteria di Stato, monsignor Georg Gaenswein, prefetto della Casa Pontificia, monsignor Dominique Mamberti, segretario per i Rapporti con gli Stati, il cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Conferenza Episcopale Italiana, il cardinale Agostino Vallini, vicario generale del Papa per la Diocesi di Roma, il card. Giuseppe Bertello, presidente del Governatorato dello Stato della Città del Vaticano, monsignor Adriano Bernardini, nunzio apostolico in Italia, monsignor Carlo Alberto Capella, Segretario di Nunziatura.

Non è mancato, in occasione della ventesima edizione della Giornata Nazionale ’Orientagiovani’ promossa da Confindustria, il messaggio inviato dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, a Giorgio Squinzi, Presidente di Confindustria.  «E’ essenziale, in questo momento di crisi della nostra economia, restituire fiducia alle nuove generazioni e valorizzare percorsi di crescita professionale coerenti con i programmi di sviluppo delineati dall’Unione Europea».

© Riproduzione Riservata

Commenti