15006_1416462648402_5276210_nGianluca Rizzo è siciliano. La sua carriera politica è iniziata partecipando al MoVimento 5 Stelle. Si è candidato e ce l’ha fatta. Adesso siede in Parlamento. Gianluca è un ragazzo d’oro, nel senso vero del termine. Uno dei pochi con ideali e tanta, tantissima voglia di fare. L’ho contattato per intervistarlo. Un rapporto di amicizia mi lega a lui da tempo e intervistarlo è stato un piacere e anche un divertimento. Ha risposto in modo preciso e chiaro alle mie domande mettendo in luce su una serie di aspetti del MoVimento 5 Stelle. Ho cercato di punzecchiarlo un pò e devo dire che il risultato è stato un’intervista davvero interessante.

Il M5S ha avanzato la proposta del “reddito di cittadinanza” già attiva in altri paesi europei. In cosa consiste?

La proposta consiste nel distribuire una somma pari a € 600 per ogni persona maggiorenne, in grado di lavorare, per un periodo necessario al reinserimento nel mondo del lavoro o ai pensionati che non raggiungono tale soglia minima di reddito, riconoscendogli la differenza per arrivare a tale importo.

Fassina ha dichiarato che le coperture indicate da M5S sono inesistenti e arriverebbero al massimo a 4 miliardi a fronte di una spesa di oltre 30 miliardi. E vero? Come pensate di controbattere a questa affermazione?

Se ciò che ha dichiarato Fassina sia vero oppure no, bisognerebbe chiederlo direttamente a lui. Noi abbiamo individuato ben 20 linee di intervento per ottenere tale risultato. Ma poiché la proposta è al vaglio della rete, lo stesso Fassina potrebbe far inserire le sue proposte di miglioramento sul blog: https://sistemaoperativom5s.beppegrillo.it/

Come commenti il comportamento della senatrice grillina Lezzi che prima parla di meritocrazia e poi assume la figlia del compagno come portaborse?

Di meritocrazia è l’intero movimento 5 stelle che ne parla da tempo. In ogni caso è già stato fatto un passo indietro e sono state licenziate le persone che erano legate da grado di parentela anche indiretta. Vedi, la rete trova sempre ciò che non rispecchia quanto siamo stati delegati a fare qui in Parlamento.

A oggi quante delle cose indicate in campagna elettorale sono state realizzate dal movimento?

La premessa che faccio è che il MoVimento 5 Stelle è stato l’unico gruppo politico coerente con quanto detto in campagna elettorale. Se oggi noi fossimo alla maggioranza e di conseguenza al governo ti potrei rispondere “parecchie”, ma poiché siamo all’opposizione ti posso solo dire che di proposte di legge ne abbiamo depositate ad oggi oltre 140, in attesa di essere calendarizzate. C’è però una chiara depauperazione del ruolo del Parlamento che ad oggi risulta essere un mero luogo di verifica e controllo degli atti provenienti dal governo o tramite decreti legge o tramite leggi deleghe. In Campagna elettorale abbiamo detto che avremmo rinunciato ai rimborsi elettorali e l’abbiamo fatto per oltre 42 milioni di euro. Ci siamo ridotti l’indennità e la parte eccedente la restituiamo ai cittadini. Ciò che diciamo, lo facciamo!

Se è giusta l’equazione secondo cui Renzi sta al pd, Berlusconi sta al Pdl e Grillo ai grillini, chi sta con i cittadini?

Beppe Grillo non ha nessuna intenzione di candidarsi a ruoli istituzionali per cui l’equazione non regge, in ogni caso per rispondere alla tua domanda, con i cittadini ci siamo noi portavoce del Movimento5Stelle, che tra attività di sindacato ispettivo e proposte di legge siamo gli unici che abbiamo a cuore le sorti degli italiani, non per nulla uno dei nostri slogan è “nessuno deve rimanere indietro”

Possiamo oggi affermare che il movimento 5 stelle è stata la rinascita della politica o si sta già rivelando un flop?

Nessuna delle due: la politica come si intende oggi non rinasce in quanto è definitivamente morta, basta guardare la scissione in atto nel PDL o le lotte intestine a suon di tessere di partito che avvengono nel PD meno L. In soli sette mesi siamo riusciti ad entrare nel Parlamento, da semplici cittadini, con professionalità e preparazioni spiccate e con l’ausilio della rete e dei cittadini, che stanno mettendo alle strette, per la prima volta in 20 anni, la vecchia politica. La gente lo sta riconoscendo ogni qualvolta abbiamo la possibilità di incontrarla direttamente.

Perché il M5S non ha accettato di formare un governo con Bersani? Non pensi che questa scelta (che ha gettato nel caos l’Italia per diverso tempo portando poi all’inevitabile unione pd-pdl) sia stata una mossa sbagliata?

Mai nessuno ci ha chiesto di accettare di formare un governo, tuttalpiù ci è stato chiesto di dare un appoggio esterno ad un governo PD. Il caos italiano non  è sicuramente imputabile a tale nostra scelta politica, ma alla congestione che per un ventennio ha visto governare in alternanza quasi perfetta destra e sinistra, incapaci di risollevare le sorti di un Paese che dopo l’ingresso nell’area EURO non è stato in grado di ristrutturare e rimodernare la propria capacità di crescita economica.

Chi è Beppe Grillo per il movimento 5 stelle?

Beppe è il garante della democrazia interna del Movimento e colui che interagisce, come megafono, con l’opinione pubblica.

Cosa pensi del metodo stamina?

Penso che sia un metodo al quale va dato il giusto risalto nelle sedi più opportune e con le persone più idonee a discutere di ciò. Nell’universo policromo del Movimento 5 Stelle, esistono persone con competenze e professionalità in grado di delineare le giuste linee guide per arrivare ad una chiara esposizione dei fatti e capire esattamente come stanno le cose.

Il Movimento approva sempre le decisioni prese da Beppe Grillo? Oppure adesso siete un pensiero autonomo?

Il Movimento 5 Stelle discute in assemblea e decide a maggioranza, non abbiamo mai discusso proposte di Beppe Grillo ed in ogni caso siamo sempre stati autonomi nelle nostre decisioni, sin da quando decidemmo di non appoggiare un governo BERSANI.

Sulle riduzioni degli stipendi dei parlamentari. Si muove qualcosa?

Noi abbiamo presentato in ufficio di presidenza, tramite i nostri portavoce, delle serie proposte di ridimensionamento degli stipendi, ma i vecchi partiti non hanno avuto nessuna intenzione di prenderle in considerazione.

I rimborsi per la vostra campagna elettorale sono stati usati per cosa?

Noi abbiamo rinunciato ad oltre 42 milioni di euro di rimborsi elettorali e quindi non abbiamo usato i soldi dei cittadini.

I nuovi progetti nell’immediato futuro.

Reddito di cittadinanza, legge elettorale, emendamenti legge di stabilità, finanziamento all’editoria.

La cosa peggiore del Parlamento.

In questo momento, il Parlamento è depauperato dal suo ruolo principale, in questi 7 mesi il Parlamento è stato usato per discutere, dare pareri ad atti del Governo e votare Decreti Legge Omnibus che mascherano grossi interessi dietro nomi che catturano l’opinione pubblica. La cosa peggiore…sembra un Mondo ovattato che difficilmente percepisce i problemi reali gente, “fuori” da quei Palazzi c’è un’enorme crisi economica e sociale che non è percepita nella sua tragicità. Il Movimento 5 Stelle ha una marcia in più dovuta all’esperienza di normali cittadini,  siamo molto vicini alle persone dato che, per indole, il nostro habitat naturale sono le piazze e quindi ne conosciamo le esigenze.

La cosa migliore del Parlamento.

La cosa migliore sta nelle sue potenzialità come strumento di democrazia, anche se dev’essere, a parer mio, rivisto nella struttura, troppi sprechi e un numero eccessivo di Parlamentari.

Ti ricandiderai?

Adesso sto acquisendo un’esperienza importante che potrebbe tornare utile in una prossima Legislatura, ma dirlo adesso mi sembra prematuro, l’obiettivo che mi sono prefissato è quello di impegnarmi per fare un buon lavoro e portare la voce dei cittadini ed i risultati si vedranno alla fine di questa Legislatura. In ogni caso, dopo questa, potrei ricandidarmi un’altra volta soltanto per poi ritornare alla mia vita normale e anche se non dovessi ricandidarmi,  come cittadino potrò dare il mio contributo dall’esterno, non c’è bisogno della poltrona.

Chi sono i Grillini oggi?

Credo che tu faccia riferimento agli attivisti del MoVimento 5 Stelle. Siamo semplici cittadini che fanno parte di una libera associazione che vuole cambiare un sistema politico non partecipativo, vogliamo abbattere quelle mura che dividono le Istituzioni dai cittadini, vogliamo una vita dignitosa per tutti in Mondo più pulito e depurato dai sistemi mafiosi, vogliamo che nessuno resti indietro.

© Riproduzione Riservata

Commenti