La splendida cornice di Sarno, cittadina  della Campania, ha visto l’esibizione degli Spiritual Front, gruppo musicale che spazia in vari generi, dal rock sinfonico a quello più prettamente elettronico, dal neofolk al swing revival. Teatro dell’esibizione  è stato il  “Blubemolle”, uno dei locali caratteristici della zona ed uno dei punti di ritrovo per gli appassionati di buon vino e di buona musica.

Gli Spiritual Front, band di origini romane formatasi nel 1999, ha catalizzato l’attenzione di un gruppo nutrito di spettatori, riuscendo a rendersi gradevole e piacevole anche all’orecchio di chi non ne aveva ancora avuto conoscenza. Una raffinata sorpresa per chi ha avuto il piacere di ascoltarli, di calarsi nel ritmo di vere e proprie ballate  o accenni di tango trasudanti sensualità purissima e sfocianti in ritmi incalzanti, pungenti e di alto spessore. La band è nata inizialmente  come solo project di Simone “Hellvis” Salvatori. Con il passare del tempo, dai primi vagiti dark folk sperimentali e contaminati di Songs for the will (Old europa cafe rec.) e Nihilist cocktails for calypso inferno (Okaton rec.) cominciano a mostrare suoni sempre più cupi ed intensi. Tra il 2003 e il 2005 diventano la band più rappresentativa di un mix tra uno stile pop decadente ed un sound visual vintage. Molti i richiami al cinema italiano d’autore. Nel 2005 diventano il punto d’incontro tra  la scena gothic e quella dell’alternative rock, con lo split insieme agli svedesi Ordo Rosarius Equilibrio intitolato Satyriasis, tributo ad una sessualità oscura e selvatica. Da lì gli Spiritual Front riusciranno a mescolare con assoluta faciltà  folk, indie rock, tango, country rock: chiara rappresentazione se ne ha in Armageddon Gigolo, album del 2006 registrato con i musicisti dell’orchestra di Ennio Morricone,  che li consacrerà tra i gruppi migliori della scena alternativa. Da quell’anno ad oggi, la band può vantarsi di una molteplicità di live ovunque. Germania, Paesi Bassi, Spagna, Portogallo, Regno Unito, Danimarca, Svezia, Lituania, Polonia, Svizzera, Russia li ospitano con grande calore,  permettendogli di suonare sempre in posizione di rilievo o come headliner in numerosi festival: Wave Gotik Treffen e Heineken Jammin Festival su tutti.

La band partecipa anche alle colonne sonore della serie Las Vegas e del film Saw II – La soluzione dell’Enigma. Viene altresì invitata nella prestigiosa trasmissione musicale  Rockpalast –  in trent’anni di trasmissione, unica band italiana invitata – e nel maggio 2013 esce Open Wounds, raccolta dei loro classici suonati e riarrangiati. Gli Spiritual Front sono Simone “Hellvis” Salvatori (voce e chitarra), Giorgio Maria Condemi (chitarra elettrica), Andrea Freda (batteria), Federico Amorosi (basso elettrico), Luca Cirillo (tastiere), e c’è da dire che quando sono all’opera è sempre preferibile non perdersi lo spettacolo.

© Riproduzione Riservata

Commenti