Milan. La crisi sembra non finire. In arrivo il nuovo piano di gestione targato Barbara Berlusconi.

C_3_Media_1576796_immagine_ts673_400A conclusione dell’undicesima giornata di serie A, a far notizia è l’ennesima sconfitta del Milan. Per la precisione sono 5 le sconfitte della squadra di Allegri a fronte delle 3 vittorie e dei 3 pareggi. Il Milan ha un andamento da retrocessione. Quello che preoccupa di più è l’assenza di un vero leader, uno che sappia guidare la squadra nei momenti di difficoltà. Balotelli sembra essere un fantasma in campo, più bravo a collezionare cartellini gialli che a segnare goal. Se a tutto questo aggiungiamo i problemi di una società che ormai da due anni a questa parte sbaglia la campagna acquisti e che fa trapelare all’esterno i problemi interni, ecco che la crisi sembra davvero esistere.

A ciò si aggiunge il cattivo feeling di Allegri con il suo Presidente Silvio Berlusconi, e le indiscrezioni sul nuovo piano societario voluto da Barbara, la figlia di Silvio Berlusconi ed ex di Pato, che porterebbe Adriano Galliani ad avere un ruolo di secondo piano. Non parliamo di certo di un direttore sportivo qualunque, ma di uno che da quando Berlusconi è diventato presidente del Milan ha fatto il suo lavoro più che egregiamente facendo diventare i Rossoneri, sotto la sua gestione, la squadra più titolata al mondo in ambito internazionale.

Sulla rivoluzione societaria, si parla dell’inserimento di due bandiere storiche del Club, Maldini (qui potrebbero sorgere problemi con l’attuale direttore sportivo) ed Albertini (pronto dopo l’esperienza in Nazionale) insieme a Prandelli come nuovo tecnico. Marketing, crescita dei talenti e risultati sportivi saranno gli obiettivi principali.

Sicuramente la sbagliata pianificazione in quest’ultimi anni ha fatto si che il Milan arrivasse alla situazione attuale. E chissà che la sfida di mercoledi al Camp Nou contro il Barcellona del marziano Messi non possa essere un’ottima medicina per risollevare il Milan e il suo miglior giocatore quel Mario Balotelli che un po tutti gli Italiani si augurano di sentirne parlare per i suoi goal e non per le sue Balotellate.

© Riproduzione Riservata

Commenti