Incendi-misteriosi-a-CaroniaLa paura per il fuoco torna viva più che a mai a Canneto di Caronia, una piccola frazione situata nella provincia di Messina, che già da qualche anno è vittima della diffusione di incedi spontanei dall’origine piuttosto misteriosa. E il terrore è sempre più vivido tra gli abitanti della cittadina siciliana che, nell’arco delle ultime due settimane, hanno visto lo sviluppo di ben tre focolai a cui nessuno riesce a dare una spiegazione plausibile. L’ultimo fenomeno si è verificato domenica pomeriggio, ma la notizia è stata diffusa solo nelle ultime ore.

Le autorità hanno spiegato come, senza un motivo apparente, gli allarmi anticendio di un isolato hanno iniziato a suonare. Ma del fuoco nemmeno l’ombra. E i cittadini di Canneto di Caronia sono sempre più sospettosi: le sirene, infatti, ormai suonano anche durante la notte. E la spiegazione a tali fatti rimane ancora un mistero.

Come se non bastasse, poi, si aggiungono altri episodi che terrorizzano la popolazione locale: qualche giorno fa, infatti, un contatore dell’energia scollegato ha mandato in fiamme un’abitazione che, per fortuna, era disabitata, mentre un lampione situato in strada si è incendiato da un momento all’altro durante le ore del giorno. I fuochi non sono di dimensioni preoccupanti e per ora nessuno si è fatto male, ma gli abitanti sono terrorizzati e hanno paura che altri fenomeni simili possano verificarsi nei prossimi giorni provocando dei feriti o, nel peggiore dei casi, anche delle vittime.

La protezione civile, intanto, ha deciso di riaprire il fascicolo che riguardava i misteriosi incendi di Canneto di Caronia che si sono tenuti negli anni scorsi, per cercare qualche indizio che possa aiutarli a venirne a capo. Nel frattempo l’Arpa, l’Agenzia regionale per la protezione dell’Ambiente, ha deciso di utilizzare dei rilevatori di ultimissima generazione per cercare di capire l’origine di questi fenomeni che, tuttavia, per il momento non sono riusciti a dare nessuna spiegazione utile.

© Riproduzione Riservata

Commenti