Ho sempre guardato mio padre mentre viaggiavamo…  La mia vita è stata sempre legata a lui, al suo mestiere e ai suoi viaggi.

Ha sempre cercato, mia madre, di farmi innamorare del viaggio, di farmi diventare un vero viaggiatore, chissà se poi, ci è riuscita veramente

E adesso che mi ritrovo qui dinanzi a questi mulini, davanti al tempo che passa..   mi chiedo: chi sono io? Sono davvero un viaggiatore? Oppure sono semplicemente in giro per questa terra a cercare ancora il tempo passato dietro alle valige di un padre?…

#142

…distante da me l’infanzia, distanti i suoi consigli e i suoi sacrifici, i suoi sogni sono stati il mio futuro, la mia cultura è il suo vivere.

Qui a marsala ho avuto modo di conoscere un po’ le proprietà e i benefici del sale e  della natura, la sua utilità e i diversi abbinamenti con le droghe,( ad esempio aggiungendo delle foglie di timo nel sale grosso riscaldato)  crea  un ottimo rimedio contro la tosse grassa… così avvolgendo il tutto in un grosso panno l’ho adagiato sulle mie spalle…

..capii così che quei paesaggi siciliani così struggenti non toccavano solo i ricordi della mia anima, ma quei nuovi rimedi allievavano anche i miei malesseri fisici.

 

.il sale di queste saline, è il sale della vita tramandato a noi dai fenici..

e questa straordinaria strada punica mi permette di capire la buona volontà la caparbietà e l’intelligenza dei popoli nella storia, i fenici hanno dato molto alla cultura e alle origini di Marsala, ma è la strada punica a colpire il mio interesse, una strada sommersa dall’acqua, creata così per non mostrare al nemico come raggiungere Mothia, percorribile solo dai cavalli e dai loro traini..nessun altro mezzo poteva percorre quel tragitto e trasportare merci, una meraviglia costruita dall’uomo e conservata dagli anni dalla natura dello Stagnone di Marsala.

Così, sorge l’ispirazione per una poesia:

DSC_0302

esiste un posto, dove il vento profuma di sale,

dove il sole si colora di mare e le nuvole arredano il cielo di soffice poesia.

sono semplici parole da dire…

percorsi di Sicilia..

colori e scenari incantevoli….

Un solo filo conduttore abbraccia ogni cosa… e cioè un sole che ride, che riscalda il cuore e bacia l’anima.

Un particolare grazie va’ alla D.ssa Carmela Patania.

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=EoqSrPSyYTA[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti