Dall’Australia a Taormina per morire suicida in hotel. La coppia di coniugi australiani ha ingerito farmaci sul letto di un rinomato hotel della cittadina.

Taormina, coniugi australiani si suicidano in albergo Taormina 2 ottobre – Sono morti abbracciati i due coniugi australiani che si sono uccisi in una camera d’albergo di Taormina. Lei 63 anni, lui 61, erano da circa una settimana in vacanza a Taormina, e sarebbero dovuti partire ieri mattina, ma verso le 14 il personale dell’albergo, non avendo loro notizie, e’ entrato nella stanza trovando i corpi dei due anziani riversi sul letto, stretti l’uno all’altra. Secondo quanto accertato dalla polizia, i due anziani si sarebbero suicidati ingerendo alcuni flaconi di farmaci, delle confezioni sono state trovate accanto al letto.

Nella stanza era tutto in ordine, c’era la valigia con poche cose di entrambi già preparata e sul comodino un biglietto nel quale spiegavano i motivi del loro gesto chiedendo scusa “per i disagi creati anche alla struttura alberghiera” che li aveva ospitati. Poche parole di entrambi per spiegare che non ce la facevano più “a soffrire”. Il medico legale ha eseguito un esame esterno ed i corpi sono stati trasferiti presso la camera mortuaria. Contatti sono in corso con l’ambasciata australiana in Italia.

© Riproduzione Riservata

Commenti