Ieri ho perso un amico fraterno e Blogtaormina il suo più autorevole “comunicatore” – come piaceva a lui definirsi –. Il cuore generoso di Enrico Giardino alle 14 di ieri, mercoledì 2 ottobre, ha smesso di battere.

Il mio primo affettuoso pensiero va alla moglie Vittoria, ai figli Marco e Valentina.

Mancherà a tutti Enrico per la sua enorme generosità, umanità, per la sua intelligenza critica e la sua ironia “partenopea”, per la sua capacità di coinvolgimento, dialogo e confronto senza preconcetti.

Mi mancherà la sua lettura, critica mai banale, della politica e società moderna, che puntualmente ricevevo ogni giorno nella mia casella di posta elettronica e quasi sempre anticipava una nostra conversazione in skype.

Ci conforteranno i tanti ricordi che ha saputo lasciare a ciascuno di noi che abbiamo avuto il privilegio di conoscerlo personalmente.

“La storia la fanno quelli che non sanno di farla” (L. Tolstoj)

Ciao Enrico

l’amico, Maurizio Andreanò

© Riproduzione Riservata

Commenti